Il pirata Mohamed Garfanji arrestato a Mogadiscio

somali-pirate

TMNews – Un importante capo pirata somalo, ricercato a livello internazionale, è stato arrestato dalle autorità somale a Mogadiscio, ma restano dei punti interrogativi su un’eventuale immunità. Lo hanno annunciato fonti diplomatiche e di sicurezza. Mohamed Garfanji, considerato uno dei più potenti pirati somali a causa delle spettacolari catture di navi,  è stato arrestato domenica sera in compagnia di diverse guardie del corpo armate, secondo fonti di sicurezza somale e straniere. Al momento non è arrivata alcuna conferma ufficiale da parte delle autorità somale. Il suo arresto arriva nel quadro di un’operazione in corso di disarmo delle milizie a Mogadiscio da parte delle fragili autorità somale e non per le sue attività di pirateria. Non è certo, secondo le fonti, che Garfanji sia ancora detenuto, perché non è chiaro se abbia o meno beneficiato di un’amnistia, proposta a inizio 2013 ai pirati dal presidente Hassan Cheikh Mohamoud, che non era però stata pensata per i loro leader. Garfanji (nella foto), tra gli altri reati, è l’autore della cattura nell’aprile 2010 della petroliera sudcoreana Samho Dream, del suo equipaggio e del suo carico di greggio, che furono liberati in cambio di un riscatto record di nove milioni di dollari.

Foto AFP

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password