ZITIs, la nuova Agenzia per la sicurezza informatica tedesca

zentralstelle-info-technik-sicherheit-muenchen-bild-100~_h-360_v-img__16__9__xl_w-640_-6ecbffbf3dd98a5c8156e3adec8a912f72d7fccc

Il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maiziere ha inaugurato il 14 settembre a Monaco di Baviera una nuova Agenzia per la cyber security come parte di un tentativo centralizzato per affrontare la criminalità informatica e lo spionaggio digitale attraverso la sorveglianza delle telecomunicazioni di massa, la crittografia dei dati e la raccolta informazioni di massa.

Tuttavia, il commissario responsabile per la Protezione dei dati personali di Berlino, Andrea Vosshoff, ha pubblicamente denunciato di non essere stata consultata come promesso sulle attività del nuovo “Ufficio centrale per la tecnologia dell’informazione nel settore della sicurezza” (ZITiS).

“La protezione dei dati”, ha lamentato a DeutscheWelle il predecessore della Vosshoff, Peter Schaar, “è un elemento chiave per un progetto così grande”, rimarcando che “sarebbe estremamente sconveniente se il commissario competente per la Protezione dei dati non venisse sufficientemente coinvolto”, come pare sia accaduto

La ZITiS è un investimento importante, destinato a divenire una risorsa tecnologica a servizio di tutte le agenzie di sicurezza della Germania: circa 10 milioni di euro saranno versati nelle casse della nuova Agenzia nel solo primo anno, con la creazione immediata di 120 posizioni. Il governo vuole poi espandere tale forza lavoro a 400 unità entro il 2022.

I compiti della nuova agenzia includeranno anche la “scienza forense digitale”, per sviluppare nuovi metodi per raccogliere prove provenienti da internet. Inoltre, la ZITiS ricercherà e elaborerà nuove strategie di sorveglianza delle telecomunicazioni per conto di altre agenzie.

Non mancano le critiche. Frank Herrmann del Partito Pirata tedesco, ha affermato di essere particolarmente preoccupato non solo per le possibili ripercussioni in termini di privacy per i cittadini tedeschi, ma anche che l’operato della ZITiS, non essendo al momento regolata da alcuna legge specifica, possa sfuggire di mano allo stesso governo. è un’agenzia di sicurezza indipendente, non fosse governata da alcuna legge.

“Abbiamo una legge BKA, abbiamo una legge BND”, ha detto, riferendosi alla polizia federale della Germania e al servizio di intelligence. “Queste sono tutte istituzioni regolate da leggi, le quali dicono cosa possono e cosa non possono fare. Tuttavia, nessuna di queste esiste per la ZITiS”.

Fonte: Cyber Affairs

Foto BR

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password