Nuovo contratto per le ali dell’A-10 Warthog

untitled

Boeing ha battuto l’offerta presentata da una società concorrente, di cui non è stato rivelato il nome, ed ha vinto la gara da 999 milioni di dollari indetta dalla US Air Force per la fornitura fino al 2030 delle ali di ricambio di 109 aerei da attacco al suolo A-10 Warthog,

USAF A-10 in Kuwait Ahmed al Jaber Air Base

Il contratto, che rientra nel programma denominato A-10 Thunderbolt II Advanced-Wing Continuation Kit, prevede la consegna e l’assemblaggio di 112 set di ali e la consegna di 15 kit di ricambio.

Il 21 agosto Boeing ha ricevuto una prima trance da 240 milioni di dollari per la produzione dei primi 27 set di ali, notizia inattesa visti i problemi sorti a causa dei ritardi già registrati dalla forza armata nella ricezione di questo stesso tipo di prodotto.

L’azienda aerospaziale americana aveva infatti già realizzato nuovi set di ali per 173 A-10, con distribuzione concordata tra il 2011 e il 2018, ma con le ultime consegne aveva avuto difficoltà a rispettare i termini del contratto a causa dei problemi sorti con un subfornitore che fornisce una parte composita del pannello alare.

E99D741D-5DB3-472A-8B2B-EDE6CEA6096FAttraverso questo programma l’USAF si è impegnata a preservare fino al 2030 l’operatività di sei dei suoi nove squadroni di A-10 attualmente in servizio.

Un ulteriore quantitativo di ali ordinate potrebbe mettere a disposizione della forza armata un numero maggiore di velivoli. Grazie al sostegno del Congresso, l’USAF ha già ricevuto 277 milioni per il re-winging dell’A-10, 109 milioni nel 2018 e 168 nel 2019.

Per l’anno fiscale 2020 sono stati invece richiesti finanziamenti per 132 milioni di dollari. L’assegnazione del contratto è stato celebrato da uno dei più grandi sostenitori del Warthog, il senatore repubblicano Martha McSally, rappresentante dell’Arizona e prima donna a comandare uno squadrone di A-10 in zona di combattimento.

Boeing, che ha collaborato con Korea Aerospace Industries (KAI) nella stesura dell’offerta, produrrà le ali del Thunderbolt II negli Stati Uniti (Macon in Georgia, Jacksonville in Florida e Long Island nello stato di New York) e negli stabilimenti KAI in Corea del Sud. I kit verranno assemblati nell’Air Logistics Center di Ogden nello Utah. (It Log Defence)

Foto US DoD

 

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password