A Venezia il XII “Regional Seapower Symposium”

maxresdefault

Ha preso il via questa mattina il “Regional Seapower Symposium”, il forum marittimo internazionale biennale che la Marina Militare Italiana ospita fino al 18 ottobre presso la storica sede dell’Arsenale di Venezia.

Giunto ormai alla sua 12esima edizione, l’evento vede la partecipazione di oltre 60 Marine, 40 delle quali rappresentate dal proprio Capo di stato maggiore, oltre a numerosi rappresentanti istituzionali, politici, economici e accademici direttamente coinvolti o semplicemente interessati al cluster marittimo.

4abfea86-98b0-4ce1-9b24-d947a28c945d01-5

Il tema di quest’anno è: “Shaping our Navies for the Blue Century”, ovvero l’evoluzione delle Marine moderne per cogliere le opportunità e rispondere efficacemente alle sfide nel dominio marittimo in quello che oramai viene definito il “Blue Century”. Obiettivo del forum sarà quello di mettere in evidenza la necessità di sviluppare un approccio più inclusivo ed equilibrato all’interno della comunità marittima, offrendo come chiave di lettura il binomio secondo il quale a mari più sicuri corrispondono maggiore progresso e prosperità per il Paese e per il mondo intero.

Tale richiesta di sicurezza muove i suoi passi da dati ben precisi: l’80% di tutta la vita della pianeta si sviluppa nei mari e negli oceani; ad oggi, secondo un recente rapporto della “Italian Maritime Economy” l’80% delle merci viaggia via mare, mentre sono ben 263 le dorsali di comunicazione sottomarine, districate lungo circa 1 milione di Km, ovvero il 95% delle comunicazioni. Chiaro che davanti ad un’opportunità economicamente e strategicamente così preziosa, non può venir meno l’azione di tutela e protezione della Marina Militare.

XII-Regional-Seapower-Symposium-1280x720

I lavori concettuali si articolano nel corso di tre sessioni che si sviluppano nella suggestiva sala Squadratori dell’Arsenale di Venezia. Oggi si è discusso di diritto internazionale del mare, con un focus sulla Convenzione di Montego Bay fino ad ipotizzare un nuovo modello dello stato di diritto in mare, quindi i suoi vantaggi commerciali, militari e il suo impatto operativo sulla Marina.
Le innovazioni tecnologiche per le navi moderne saranno invece al centro del secondo ciclo di incontri. Nell’ottica di una crescita blu, si parlerà delle opportunità e delle sfide alla base della modularità informatica, delle piattaforme multiuso e dei sistemi marittimi privi di pilota.

A concludere i lavori sarà il dibattito sull’evoluzione del dominio marittimo nel Blue Century quale fattore per garantire benessere e prosperità alle società.
La Nave scuola Amerigo Vespucci ospiterà infine una serie di incontri multilaterali incentrati su specifiche iniziative che ancora una volta vedono la Marina Militare capofila nella promozione di un approccio condiviso e sostenibile all’universo marittimo.

(con fonte comunicato Marina Militare)

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password