Nuovi missili aria-aria R-74M per gli intercettori MiG-31BM russi

6_R-74M_MiG-31 (4) (002)

 

 

Il ministero della Difesa russo ha reso noto che il caccia intercettore russo MiG-31BM ha ricevuto i nuovi missili aria-aria a corto raggio R-74M. o stampa del Ministero della Difesa russo.

Noto anche con la sigla da esportazione RVV-MD e appartenente alla categoria degli Air to Air Missile a corto raggio, l’R-74M costituisce un miglioramento dell’R-74, versione rimodernata a sua volta dell’R-73 (Codice NATO “AA-11 Archer”).

6_R-74M_MiG-31 (3) (002) (002)

L’R-74M, presentato per la prima volta al Forum Army-2018, può colpire bersagli ad una distanza compresa tra i 300 metri e i 40 chilometri e ad una quota compresa tra i 20 e i 20.000 metri, è dotato di una maggiore protezione anti-jamming impiegando un sensore aggiornato Arsenal MK-80M multielemento (cross array) del tipo scanning seeker con modulazione pulse-time operante su due distinte bande IR e dotato di quattro modalità anti flare (inganni IR).

6_R-74M_MiG-31 (2) (002)

L’R-74, che è stato utilizzato durante le esercitazioni dell’Aviazione Nnavale in Kamchatka, migliora la già notevole capacità di aggancio dei bersagli della versione precedente potendo operare a +/-60° fuori asse di lancio e fino a +/-75° post lancio e inoltre ha una maggiore resistenza alle contromisure.

Con questa nuova dotazione aumenterà la versatilità e la capacità dell’intercettore pesante supersonico MiG-31BM impegnato oggi a coprire regolarmente le immense regioni settentrionali della Russia.

 

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password