Il Burkina Faso è la nazione più colpita al mondo dal terrorismo

 

Nel 2023 il Burkina Faso ha superato l’Afghanistan come il paese più colpito dal terrorismo, con quasi 2.000 morti a conferma di come l’epicentro del terrorismo jihadista si stia spostando da Medio Oriente e Asia Centrale alla regione africana del Sahel.

Il dato emerge dall’Institute for Economics and Peace (IEP) che ha realizzato il rapporto “Global Terrorism Index 2024”  registrando lo scorso anno 1.907 morti legati al terrorismo e 442 feriti in Burkina Faso.

Le morti per terrorismo sono aumentate ogni anno a partire dal 2014. I decessi sono aumentati da 1.135 nel 2022 a 1.907 nel 2023, con un aumento del 68%, nonostante un calo di quasi il 16% nel numero di attacchi lo scorso anno. Questo è il secondo anno consecutivo che più di mille persone vengono uccise in attacchi terroristici in Burkina Faso compiuti da milizie legate a Stato Islamico e al-Qaeda.

L’aumento delle morti ha coinciso con una maggiore frequenza degli attacchi ai civili che ora rappresentano oltre la metà delle vittime.

La regione del Burkina Faso nordoccidentale, vicino ai confini del paese con il Niger e il Mali, ha registrato il maggior numero di attacchi terroristici, rappresentando quasi la metà di tutti gli attacchi nel 2023. Dei 1.907 morti del paese nel 2023, 1.000 si sono verificati lungo il confine con il Niger e il Mali nel Centro-Nord e nell’Est.

L’attacco più grave nel Burkina Faso durante il 2023 si è verificato in quest’area. A febbraio almeno 71 soldati sono rimasti uccisi in un’imboscata. Le forze di sicurezza hanno affermato di aver ucciso 160 assalitori nello scontro, e lo Stato islamico (IS) ha rivendicato l’attacco. Questo è stato il quinto attacco al mondo per numero di vittime nel 2023, ha osservato l’IEP.

I civili sono stati il ​​gruppo più preso di mira per il quinto anno consecutivo, con 1.132 morti, ovvero oltre il 59% di tutti i decessi legati al terrorismo nella nazione del Sahel. Si tratta di un aumento di oltre il 56% rispetto all’anno precedente, quando furono uccisi 725 civili.

Jamaat Nusrat Al-Islam wal Muslimeen (JNIM) continua a essere il gruppo terroristico più importante in Burkina Faso dove le morti sono aumentate di quasi cinque volte, da 134 nel 2022 a 616 nel 2023. Ciò ha comportato un aumento del la letalità dei loro attacchi in Burkina Faso, con una media di quasi 20 morti per attacco, un aumento significativo rispetto a 3,9 morti per attacco nel 2022.

“Lo Stato Islamico ha aumentato la sua attività anche in Burkina Faso, rivendicando sette attacchi rispetto ai due dell’anno precedente. Sebbene il numero complessivo di attacchi dell’IS nel paese rimanga relativamente basso, i decessi sono aumentati in modo significativo, superando per la prima volta quota 100 con 174 morti attribuiti al gruppo”, rileva il rapporto che valuta molto probabile che il numero di morti di cui sono responsabili entrambi i gruppi sia significativamente più alto, poiché l’85% degli attacchi e il 59% dei decessi nel paese sono stati attribuiti a gruppi jihadisti sconosciuti. Ciò colloca il Burkina Faso tra i paesi con il più alto tasso di attacchi terroristici e morti non reclamati a livello globale.

La costituzione dell’Alleanza degli Stati del Sahel che raccoglie Mali, Burkina Faso e Niger, rappresenta lo sforzo maggiore per combattere il terrorismo. Nel gennaio 2024, questa alleanza si è ritirata dall’ECOWAS. L’alleanza si è formata dopo il ritiro delle truppe francesi e delle Nazioni Unite e conta sul supporto militare russo e forniture militari russe, cinesi e turche. Il rapporto dell’IEP ritiene probabile un ulteriore incremento delle attività delle milizie jihadiste quest’anno.

(con fonte Defence Web)

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Inoltre, questo sito installa Google Analytics nella versione 4 (GA4) con trasmissione di dati anonimi tramite proxy. Prestando il consenso, l'invio dei dati sarà effettuato in maniera anonima, tutelando così la tua privacy.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy