Gli americani non vogliono rinunciare alle armi d’assalto

3801

All’indomani della strage di Newtown, il 51 per cento degli americani si dice contrario alla messa al bando delle armi d’assalto (il 44 per cento è di parere diverso) proposto da una nuova legge in discussione al Congresso, anche se una chiara maggioranza del campione interpellato per un sondaggio Usa Today/Gallup è a favore in generale di più rigide leggi sul controllo delle armi. La percentuale rispecchia quella registrata in un sondaggio del mese di ottobre 2011: contrario al divieto sulle armi d’assalto era il 51 per cento degli americani, favorevole il 43 per cento. Più in generale invece, dal mese di ottobre 2011 ad ora la percentuale di quanti sostengono la necessità di adottare leggi più severe in materia di controllo delle armi è passata dal 43 al 58 per cento. L’ultimo sondaggio è stato realizzato su un campione di 1.038 persone interpellate tra il 19 ed il 22 dicembre. Da quando è in discussione il progetto di legge presentato dalla democratica Dianne Fenstein per limitare o vietare la vendita di armi d’assalto in molti Stati è iniziata una corsa all’acquisto di armi di tipo militare come il fucile AR-15 che faceva parte dell’arsenale di Adam Lanza, l’autore della strage nella scuola di Newtown.

con fonte Adnkronos

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password