Gli UAV di Ingegneria Dei Sistemi S.p.A.

SD-150-HEROsmall1

Quattro nuovi progetti sono lanciati in questi giorni da IDS Ingegneria dei Sistemi S.p.A., società indipendente di ingegneria che offre ricerca, innovazione e prodotti ai massimi livelli sia nel campo elettromagnetico, sia in quello dell’aeronavigazione. Si tratta di UAV (Unmanned Aerial Vehicle) – veicoli aerei senza equipaggio – realizzati nel segno dell’eccellenza tecnologica, con molteplici applicazioni che spaziano dal settore minerario al monitoraggio ambientale, dal controllo di volo a quello delle frontiere terrestre, marittime e fluviali, fino alla valutazione degli effetti di un terremoto o di una frana e alla prevenzione degli incendi.
Il primo è Hero, un sistema basato su un velivolo ad ala rotante, su un sofisticato sistema di comunicazione e su una stazione di terrà (Ground Control Station GCS) che permette la gestione del velivolo e della vasta gamma di sensori che è possibile installare per lo svolgimento di diverse missioni sia in ambito civile che militare con una raggio operativo di 100 km. “Il sistema Hero rappresenta lo stato dell’arte nel proprio settore – afferma il capo programma di Hero l’Ing. Giovanni Novembrini -, grazie ad una progettazione basata sui più moderni standard aeronautici e ad una architettura ridondata dei principali sistemi di bordo che gli garantisce un’elevata affidabilità”. Il prodotto è realizzato dalla società Sistemi Dinamici S.p.A. una joint venture tra IDS Ingegneria Dei sistemi Spa ed AgustaWestland Spa.

Completano la gamma dei velivoli ad ala rotante il Colibrì e Stark. Il primo è un quadricottero ideato per missione di sorveglianza e monitoraggio a breve raggio. Il secondo ha una configurazione classica di elicottero ed è l’ideale per missioni di ricognizione e sorveglianza di medio e corto raggio. A seguire, Manta, piccolo drone ad ala fissa, la cui configurazione areomeccanica è stata progettata al fine di fornire le migliori prestazioni quando esso è impiegato per missioni di sorveglianza e ricognizione aerea di lunga durata. “La produzione di attrezzature efficienti e di facile utilizzo è la nostra priorità – afferma il presidente Giovanni Bardelli – e attraverso una visione sistemistica, la capacità di sviluppare software ad alte prestazioni con interfacce semplici e intuitive e di sviluppare sensoristica radar tagliata sulle esigenze del cliente, la nostra società riveste un ruolo di primo piano nella produzione di sistemi integrati”.

“La necessità dei sistemi di misura è stata sempre alla base del metodo di progettazione IDS – aggiunge Bardelli -, che richiede la sperimentazione come base di validazione per i suoi ambienti di predizione numerica. Anche questi nuovissimi “unmanned”, come tutti i prodotti di IDS sono il frutto di 30 anni di ricerca continua da parte nostra con un innovativo team di ricerca e sviluppo nel campo dell’elettromagnetismo, sistemi radar e tecnologie software”.
Infatti un altro dei cuori pulsanti di IDS è la divisione GeoRadar, che produce una gamma completa di radar capaci di penetrare il suolo per applicazioni e indagini geofisiche, mappature di utilitities, ingegneria civile. “Questa divisione – continua Bardelli – offre le soluzioni più avanzate, basate su tecnologia multi-canale e multi-frequenza, per soddisfare le richieste più diversificate”. E tra le novità, questa divisione ha anche aperto la strada all’introduzione dell’innovativo IBIS, radar interferometrico, per il monitoraggio del movimento e delle deformazioni di infrastrutture e versanti.

 

I velivoli
Colibrì, ideato sul modello di un elicottero a quattro rotori, è un piccolo UAV (Unmanned Aerial Veichle) progettato e costruito per avere il minimo impatto ed ingombro possibile in missioni di sorveglianza e ricognizione: non utilizzando parti meccaniche per la variazione dell’angolo di passo delle pale ed essendo sostenuto da quattro rotori è stato possibile sia ridurre il diametro dei rotori che diminuire l’energia cinetica delle pale stesse riducendo così la dimensione complessiva del sistema ed aumentandone la sicurezza.
Capace di operare in un ambiente urbano molto complesso, Colibrì è in grado di fungere da supporto ad attività di sorveglianza all’interno degli edifici. Può fornire dettagliate immagini dall’alto, seguire veicoli o persone all’interno di un’area di crisi, ispezionare le zone a rischio senza esporre le persone a possibili danni. Offre, dunque, prestazioni impeccabili per la sorveglianza e l’esplorazione di aree urbane sia all’aperto che al chiuso e per la ricognizione di aree ad alta densità di popolazione, anche in scenari civili, grazie alla sua assoluta sicurezza.

Hero (nella foto) è un sistema unmanned ad ala rotante (VTOL – decollo e atterraggio verticale) ad altissimo contenuto tecnologico. Dotato di una stazione terrestre GCS (Ground Control Station) per il comando e il controllo sia del velivolo che del payload (sensori), è in grado di eseguire una missione pre-programmata in modo completamente autonomo (decollo, volo, atterraggio). L’integrazione di molteplici dispositivi e procedure che garantiscono l’affidabilità e la sicurezza del sistema, assicura la garanzia di successo di ogni missione. La GCS è un’avanzatissima interfaccia uomo-macchina composta da una video-stazione modulare biposto (uno per il pilota e l’altro per l’operatore del payload) e garantisce l’interoperabilità (NATO Standardization Agreement 4586) ed il controllo di più UAV. La GCS è disponibile in diverse configurazioni (fissa, trasportabile, per uso sul campo) in modo tale da soddisfare le ogni esigenza operativa. L’elicottero invece è una macchina con prestazioni di volo e manovrabilità di altissimo livello grazie all’introduzione di soluzioni tecnologicamente avanzate nella progettazione e realizzazione dei rotori. Hero è stato progettato per usi civili e militari. Può essere applicato al settore minerario, a quello ambientale (monitoraggio agenti inquinanti), nonché utilizzato per mappature del terreno, per il controllo delle frontiere, per operazioni di ricerca e salvataggio e per la valutazione degli effetti di eventi catastrofici, come frane, terremoti ed incendi. L’affidabilità è garantita dalla ridondanza di diversi sistemi di sicurezza che sono in grado di gestire ogni situazione di pericolo e di attivare procedure di emergenza completamente autonome per l’interruzione della missione e il rientro alla base.

Manta è un piccolo UAV ad ala fissa, le cui caratteristiche aeromeccaniche sono state ottimizzate per l’impiego in missioni di intercettazione, sorveglianza e ricognizione aerea. Adattabile ai più diversi scenari e alle più diverse tipologie di missione, in quanto sia la piattaforma che il vano motore e sensori sono stati progettati secondo una concezione ‘modulare’ (il drone è proposto in due configurazioni da 1,8 e 2,8 metri di apertura alare con motore a benzina, elettrico o a turbina), Manta è stato ottimizzato con l’obiettivo di ottenere la massima autonomia di volo e la massima velocità di crociera. La piattaforma (che è anche in grado di galleggiare) viene lanciata da una catapulta meccanica o pneumatica e può atterrare su un prato o su una pista ed è equipaggiata con un paracadute per l’atterraggio verticale su terra o in mare. Anche Manta è adatto a missioni di controllo delle frontiere, stima di eventi catastrofici, ricerca e salvataggio e prevenzione incendi. Può essere lanciato da veicoli leggeri o da piccole imbarcazioni per raccogliere e trasmettere informazioni video dall’alto ed in tempo reale.

Stark è un piccolo UAV ad ala rotante. La sua configurazione si basa sul modello dell’elicottero classico: un rotore principale e un rotore di coda per compensare i fenomeni di auto-rotazione. Grazie alla concezione modulare del vano motore e del vano sensori, Stark è una piattaforma che può essere adattata alle più diverse tipologie di missione e può essere configurata sia con un motore elettrico che con un motore a benzina. Quest’ultimo offre un’autonomia operativa di due ore in missioni di pattugliamento con una velocità massima di 100 km/h. Il motore elettrico, invece, offre, nelle stesse condizioni, un’autonomia di 30 minuti con una velocità massima di 80 km/h. Il peso (12 kg) e le dimensioni ridotte (inferiori a 2 m), rendono particolarmente agevole il trasporto della piattaforma, che può essere trasportata e gestita da un unico operatore. I compiti operativi ideali per Stark, che è dotato di elettronica di controllo elettronico, software per il controllo di missione e della navigazione e sensori ottici ed infrarosso, sono rappresentati da missioni di ricognizione tattica e di sorveglianza di medio e corto raggio.
Anche Stark può essere trasportato da veicoli leggeri o da camion ed utilizzato per la raccolta di informazioni video dall’alto in tempi rapidi. Come Manta, è adatto anche per il monitoraggio delle fauna e della flora, per l’ispezione aerea di impianti e infrastrutture, per il monitoraggio del territorio in caso di eventi catastrofici, per il supporto ad operazioni di polizia legate al controllo di traffici illegali o alla sorveglianza in occasione di grandi eventi.

La società
Alte prestazioni e alta tecnologia in termini di soluzioni e di servizi sono i caratteri distintivi di IDS Ingegneria dei Sistemi S.p.A (Capitale Sociale/Stock Capital €7.500.000), società indipendente di ingegneria che offre ricerca, innovazione e prodotti ai massimi livelli sia nel campo elettromagnetico, sia in quello dell’aeronavigazione, operando nel settore della difesa e in quello civile. Dal 1980 IDS si è specializzata nella fornitura di servizi di consulenza per progetti di ingegneria ad alta tecnologia e nello sviluppo di soluzioni software integrate e sistemi di misurazione.
Società internazionale con un organico di circa 500 dipendenti professionisti (per lo più laureati in elettronica telecomunicazioni e ingegneria aerospaziale) di cui 120 all’estero, IDS ha il suo quartier generale a Pisa, conta una sede operativa a Roma e consociate estere in Australia, nel Regno Unito, in Canada e in Brasile.
Impegnata a mantenere i più alti livelli di qualità nello sviluppo di software e hardware e nei suoi servizi di consulenza, IDS opera utilizzando ISO 9001: 2008, e gli standard di qualità ed i livelli di sicurezza dell’ESA e dell’Amministrazione Difesa.
La società è composta da una serie di laboratori e da 4 divisioni: navale, aeronautica, aeronavigazione e GeoRadar.
I laboratori IDS costituiscono il centro di eccellenza della società nella ricerca e sviluppo di prodotti e servizi in una vasta gamma di settori e garantiscono alle Divisioni il vantaggio competitivo conquistato negli ultimi 20 anni. IDS, infatti, è stata la prima a concepire e realizzare ambienti complessi di progettazione multidisciplinare, i Framework IDS, in grado di coprire le esigenze dei progettisti di sistemi elettronici dagli impianti di terra allo spazio.

Suddivisi per competenze tecnologiche, i laboratori coprono attività di progettazione e realizzazione in diversi settori.
1) Elettromagnetismo, nelle sue varie applicazioni, dalle antenne alla propagazione dei segnali, fino all’interpretazione di fenomeni per realizzare prodotti innovativi al limite dello stato dell’arte della tecnologica disponibile in Paesi con maggiori potenzialità. Un settore al quale IDS ha dedicato un team di scienziati che collabora con i più prestigiosi centri di ricerca nel mondo.
2) Misura, con sistemi che impiegano la radio frequenza in tutta la sua estensione, dalle frequenze radio a quelle millimetriche;
3) Concezione e sviluppo di complessi ambienti di modellazione e rappresentazione grafica tridimensionale al quale IDS ha dedicato un ‘Think Tank’ di dottori della Scuola Normale di Pisa;
4) Software realtime per applicazioni speciali nel campo della sicurezza sviluppato nella nuova sede di Napoli per attingere, anche, alle competenze della rinomata Università.

Con le sue filiali anche all’estero IDS supporta i clienti in tutti i continenti e in molti settori, tra cui le marine nazionali e le forze aeree, autorità dell’aviazione civile, settore minerario (le maggiori compagnie) costruttori di navi militari, costruttori aerei, fornitori di servizi di navigazione aerea, università e società di ingegneria civile. Di tecnologie e consulenze IDS si avvalgono il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e il Ministero della Difesa britannico, ma anche l’Agenzia Spaziale Europea, Fincantieri – Cantieri Navali Italiani S.p.A, Agenzia per lo Sviluppo della Difesa (Corea del Sud), ENAV SpA (Italiano Air Navigation Service Provider), Airports Authority of India e Royal Australian Air Force.

Fonte Comunicato IDS

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password