Blindati polacchi per Bratislava

3c3e175e71a48fa07ff2b2bc45c07895

La Slovacchia acquisterà 30 veicoli blindati modello Rosomak dalla Polonia per rimpiazzare i blindati OT-64. La commessa, che dovrebbe essere completata entro i prossimi tre anni, ha un valore complessivo di 32 milioni di dollari. Secondo quanto riferito dal premier polacco, Ewa Kopacz, l’accordo è stato siglato durante la recente visita dell’omologo slovacco, Robert Fico, a Varsavia. Per la Kopacz l’accordo è un successo per il settore della difesa polacco e garantirà l’assunzione di 3.500 persone che lavorano nello stabilimento di Siemianowice Slaskie, dove vengono costruiti i Rosomak. Il mezzo blindato è un veicolo da combattimento collaudato ed è stato impiegato dall’esercito polacco in Afghanistan e durante le missioni di peacekeeping in Ciad e Repubblica Centrafricana.

L’acquisto dei Rosomak si inserisce in un più ampio accordo di cooperazione bilaterale nella produzione di veicoli blindati e obici. La notizia è stata resa nota dall’agenzia stampa slovacca “Ctk” ripresa dall’Agenzia Nova. La Slovacchia, sotto l’attuale governo di sinistra, ha avviato la più imponente opera di modernizzazione del proprio esercito dalla nascita dello Stato nel 1993. La vesione Scipio scelta dalla Slovacchia  abbina il veicolo 8×8 Rosomak, derivato dal blindato finlandese Patria, alla torretta Turra 30 prodotta dalla slovacca Evpu e dotata di un cannone da 30 millimnetri, mitragliatrice calibro 7,62 e lanciatore per missili anticarro.

Il veicolo verrà presentato quest’anno alla fiera di settore Idet di Brno secondo quanto riferito da Defence 24.

In base all’accordo tra Varsavia e Bratislava  il know-how slovacco sarà utilizzato nella produzione comune di una versione aggiornata degli attuali obici semoventi Dana (Zuzana per l’esercito slovacco) .

L’ammodernamento militare della Slovacchia ha già visto l’acquisto di elicotteri multiruolo Blackhawk e aerei da trasporto tattico C-27J Spartan. Bratislava deve rinnovare inoltre la sua rete radar e sta trattando con la Svezia per comprare caccia Gripen con cui sostituire gli ormai obsoleti MiG-29 di produzione russa.

Foto:  PAG ed Exarmyvehicles

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password