Salvatore Girone in ospedale a Delhi colpito da Dengue

MARTMN11-300x22511

Dopo il commilitone e “compagno di sventura” Massimiliano Latorre, anche Salvatore Girone accusa problemi di salute dopo tre anni e mezzo di permanenza forzata in India.
Il Fuciliere di Marina è stato ricoverato in un ospedale di Delhi colpito da febbre Dengue. “Al momento le sue condizioni non destano particolari preoccupazioni e la malattia sta seguendo il normale decorso” ha reso  noto il Ministero della Difesa annunciando di aver inviato in India due medici militari.

Si tratta di due specialisti , uno dell’Esercito appartenente al Policlinico del Celio ed il secondo dell’Aeronautica Militare che sono già arrivati nella capitale indiana (dove sono giunti anche i famigliari del militare) e hanno già visto il 2° Capo Girone incontrando i colleghi indiani che lo stanno seguendo.

Il ministero precisa che “l’invio di due medici militari rientra nella prassi laddove un militare in servizio all’estero abbia problemi e non sia presente una struttura sanitaria militare nazionale a cui appoggiarsi come accade nei vari teatri operativi.

Difficile al momento prevedere se e quale impatto possa avere la malattia di Girone sulla richiesta di rimpatrio del militare formulata che l’Italia intende formulare alla Corte arbitrale dell’Aja dopo che era stata respinta dal Tribunale del Mare di Amburgo.

La febbre Dengue è una malattia provocata da almeno quattro tipi di virus, trasmessi dalla puntura della femmina della zanzara Aedes aegypti. E’ diffusa in America Centrale e Meridionale, Africa subsahariana, India, Indocina e Sud-Est asiatico. Si manifesta con febbre alta, mal di testa, dolori ad articolazioni e muscoli, ma possono comparire anche vomito, nausea ed eruzioni cutanee.

In molti casi i sintomi sono così lievi da essere difficilmente riconoscibili. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), la Dengue si è diffusa drammaticamente negli ultimi decenni, passando dai 9 paesi contagiati nel 1970 agli oltre 100 attuali.

L’agenzia Onu calcola che 2 miliardi e mezzo di persone siano a rischio epidemia, mentre ogni anno si ammalano nel mondo 50 milioni di persone. La mortalità varia dal 2,5 al 5%, ma raggiunge il 20% nel caso della Dengue emorragica.

Foto: Ansa, Il Tempo

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password