L’Aeronautica raddoppia gli M-346

M-346-1_AA_HRes

Finmeccanica ha firmato con la Direzione Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità del Ministero della Difesa un contratto di oltre 300 milioni di euro per ulteriori nove velivoli da addestramento avanzato Aermacchi M-346 destinati all’Aeronautica Militare.

Il contratto è stato firmato da Grazia Nunnari, capo 9^ Divisione contratti nazionali ed esteri della Direzione Armamenti Aeronautici e Aeronavigabilità del Ministero della Difesa, e da Filippo Bagnato, Capo della Divisione Velivoli di Finmeccanica, alla presenza del Generale Ispettore Capo Francesco Langella, Direttore di Armaereo e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa.

M-346_82Con questo nuovo ordine gli Aermacchi M-346 (la cui sigla identificativa di Forza Armata è T- 346A) ordinati dall’Italia salgono a 18. Le consegne dei nuovi velivoli inizieranno a partire da quest’anno per essere completate entro il 2018.

Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Finmeccanica ha dichiarato: “L’Aermacchi M-346 è l’aereo da addestramento più avanzato oggi disponibile sul mercato, l’unico al mondo, concepito per addestrare i piloti destinati ai velivoli da difesa ad alte prestazioni di ultima generazione.

Ha vinto tutte le gare internazionali più importanti e lo abbiamo candidato a diventare la nuova piattaforma su cui si baserà il nuovo velivolo da addestramento dei Top Gun americani”.

Il contratto comprende anche il supporto logistico e una ulteriore fase di sviluppo dell’avanzato sistema integrato di addestramento, di cui il velivolo è una delle componenti, che comprende ausili didattici digitali, simulatori e infrastrutture presso la base dell’Aeronautica Militare di Lecce- Galatina.

Sale a 68 il totale di Aermacchi M-346 ordinati fino ad oggi da Italia (18), Israele (30), Singapore (12) e Polonia (8).

1st-M-346-Polish-Air-Force-in-final-assembly-300x199L’Aermacchi M-346 è un velivolo bimotore, biposto, considerato il più avanzato velivolo da addestramento per i piloti militari attualmente disponibile sul mercato.

Grazie alle innovative caratteristiche tecniche che implementa ed all’adozione dei più recenti criteri di progettazione l’Aermacchi M-346 si distingue per i bassi costi di acquisizione ed operativi.

Il velivolo Aermacchi M-346 è il principale elemento dell’ITS (Integrated Training System), il sistema di addestramento integrato progettato e realizzato per effettuare l’addestramento avanzato di piloti militari destinati alla linea aerotattica.

M-346-test-inside-anechoic-chamber-raised-to-5-mLe caratteristiche prestazionali del velivolo, il ridotto numero di ore necessarie alla sua manutenzione, un’avionica all’avanguardia ed un sistema di simulazione di volo fanno dell’Aermacchi M-346 la migliore soluzione in termini di costo-efficacia, affidabilità e ottimizzazione del percorso addestrativo degli allievi piloti.

Impiegato presso il 61° Stormo di Lecce consente ai frequentatori di acquisire le capacità al volo indispensabili per poter operare i moderni velivoli di quarta e quinta generazione. A Lecce sono presenti numerosi Paesi stranieri con i propri allievi ed istruttori, riconoscendo alla scuola di volo italiana un connotato internazionale.

L’Aermacchi M-346 è equipaggiato con un sistema avionico digitale pienamente rappresentativo dei caccia di ultima generazione fra i quali: Eurofighter, Gripen, Rafale, F-16, F-18, F-15, F-22 e F-35 e può essere impiegato in tutte le fasi dell’addestramento avanzato e pre-operativo, consentendo così una notevole riduzione delle ore di addestramento oggi svolte sulle più costose macchine di prima linea.

Fonte: comunicato Finmeccanica

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password