Fincantieri e Naval Group insieme per le fregate canadesi

U915343E

Concluso il sofferto accordo italo-francese per i cantieri STX, Fincantieri e Naval Group presenteranno per la prima volta un’offerta comune per la costruzione di 15 fregate per la Royal Canadian Navy. Lo ha annunciato il 10 novembre il general manager di Fincantieri, Alberto Maestrini (nella foto), nel corso della conference call con gli operatori finanziari sui risultati dei primi nove mesi dell’anno.

L’intesa italo-francese “non è una ‘semplice’ acquisizione” ma “mira a creare un forte player europeo in grado di competere sia sul mercato mondiale civile che quello militare” ha sottolineato Maestrini. La gara ha un valore di 47 miliardi di dollari Usa e la proposta congiunta Fincantieri-Naval Group sarà basata a quanto sembra su una nuova unità che terrà conto delle specifiche esigenze della Royal Canadian Navy e deriverà dall’esperienza maturata con il programma Fremm (o per meglio dire dai programmi Fremm considerate le differenze tra le unità italiane e quelle francesi), che Fincantieri ha proposto in agosto anche alla US Navy nell’ambito della gara per le nuove fregate statunitensi.

Entrambi i gruppi cantieristici sono reduci da successi sul mercato militare. Fincantieri ha venduto un’intera flotta di 7 unità al Qatar superando l’agguerrita concorrenza di Naval Group mentre quest’ultimo si è imposto anche sul progetto di Fincantieri nella gara per due corvette alla Marina degli Emirati Arabi Uniti (saranno le Gowind già vendute anche all’Egitto) che potrebbe ordinare altre due unità dello stesso tipo realizzate nei cantieri francesi di Lorient con la cooperazione di quelli emiratini di Abu Dhabi Ship Building Company.

Foto ANSA

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password