MiG-29 per l’Egitto?

MiG-29

Secondo il quotidiano russo Vedomosti, l’Egitto (che ha appena ordinato 24 cacciabombardieri francesi Rafale)  sarebbe molto vicino alla firma di un accordo del valore di circa 2 miliardi di dollari per l’acquisto di 46 caccia multiruolo MiG-29.L’accordo, che secondo due fonti dell’industria aeronautica russa citate dal giornale dovrebbe essere firmato “nel prossimo futuro”, sarebbe frutto del riavvicinamento tra i due Paesi avvenuto nel febbraio del 2014, quando il presidente egiziano, il generale Abdel Fattah el-Sisi, e il Presidente della Federazione russa Vladimir Putin s’incontrarono a Mosca per discutere di accordi politico-commerciali. Proprio in quell’occasione il Vedomosti aveva annunciato che sarebbero stati acquistati per l’appunto caccia MiG-29M/M2, elicotteri d’attacco Ml Mi-35, ma anche sistemi SAM anti aerei, missili antinave, armi leggere e munizioni.

Certamente qualora l’accordo si avviasse alla finalizzazione sarebbe per il bureau russo MiG il più grande contratto mai realizzato per questo tipo di aerei dalla caduta dell’Unione Sovietica; tuttavia è bene ribadire che né l’agenzia statale Rosoboronexport né il costruttore RSK MiG hanno voluto commentare l’affare. Il nuovo MiG-29 andrebbe così certamente a sostituire la flotta di MiG-21 e J-7 ancora in servizio con l’Aviazione egiziana rispettivamente in 56 e 60 esemplari. A proposito di accordi commerciali tra i due paesi è bene ricordare che la Russia ha iniziato già dallo scorso mese di marzo l’invio dei sistemi di difesa SAM a lungo raggio S-300VM ‘Antey-2500’ nell’ambito di un contratto firmato nel novembre 2014.

Foto: Aeronautica Russa

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password