Haftar sulla portaerei Kuznetsov: Putin “sbarca” in Libia

Roma, 13 gen. (askanews) - Il generale libico Khalifah Belqasim Haftar "ha firmato un accordo" con Mosca per l'installazione di una base militare in Libia. A scriverlo oggi è al Quds al Arabi, quotidiano panarabo di proprietà del Qatar, Paese che sostiene l'ex governo islamista di Salvezza nazionale di Tripoli.

Non solo ma la stessa testata, in un editoriale pubblicato oggi sul suo sito on-line, parla di "prossime manovre della marina militare russa" nelle acque del mediterraneo davanti alle coste libiche che avrebbe l'obbiettivo di "testare eventuali reazioni dei Paesi occidentali, troppo preoccupati di non impantanarsi" nel caos del Paese Nordafricano. 

Mercoledì scorso, il generale Haftar ha visitato l'incrociatore russo Kuznetsov. Il comandante del sedicente esercito nazionale libico è stato accolto a bordo dal Vice Ammiraglio V. N. Sokolov e una volta sul vascello si è collegato in videoconferenza con il Ministro della Difesa della Federazione Russa Sergei Shoigu, come ha fatto sapere in un comunicato il ministero
della Difesa russo. (segue)

Il comandante dell’esercito nazionale che fa capo all’Assemblea dei deputati di Tobruk, Khalifa Haftar, ha visitato ieri la portaerei russa Admiral Kuznetsov dove è giunto probabilmente con un elicottero della Marina russa durante la fase di rientro verso la base di Severomorsk dell’ammiraglia della flotta russa  dalla missione effettuata nelle acque siriane.

In video conferenza dalla portaerei Haftar ha discusso con il ministro della Difesa di Mosca, Serghei Shoigu, della lotta al terrorismo in Medio Oriente. Lo ha reso noto il servizio stampa del ministero della Difesa russo in un comunicato. La Kuznetsov, disimpegnata dalle operazioni in Siria, fa parte della Flotta del Nord e sta tornando alla sua base. Nel corso della visita, ad Haftar sono stati consegnati medicinali di prima necessità per i militari libici e la popolazione  della Cirenaica.

Secondo quanto riferiscono fonti libiche citate dalla tv satellitare al Arabiya “una delegazione di militari russi è giunta ieri a Tobruk”, città sede del governo provvisorio che osteggia l’esecutivo di Accordo Nazionale del premier Faez al Sarraj riconosciuto dalle Nazioni Unite.
Non è chiaro se la fonte araba si riferisca all’elicottero che ha portato Haftar sulla portaerei russa o se si trattasse di una delegazione giunta a Tobruk parallelamente con la visita di Haftar alla Kuznetsov.
La stessa emittente saudita riferisce che “i militari avranno un incontro con il maresciallo Haftar, comandante dell’esercito nazionale che fa capo all’Assemblea dei deputati di Tobruk ed anche con il presidente della stessa Assemblea Aqilah Saleh”.

Lo scorso novembre il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha ricevuto a Mosca il maresciallo Haftar, il quale aveva dichiarato di aver chiesto ai russi “sostegno militare” per il suo esercito.
Haftar, sostenuto dall’Egitto e dagli Emirati Arabi Uniti, può da oggi contare ufficialmente sull’appoggio di Mosca, suggellato dalla visita a bordo della Kuznetsov che sancisce la discesa in campo della Russia nella crisi libica in aiuto al nemico del governo di al-Sarraj sostenuto dall’Onu e dagli europei.

Foto: Esercito Nazionale Libico via Askanews

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password