La Russia in grado di sfruttare segnali satellitari per lanciare cyber attacchi?

45202533.cms

I servizi di intelligence russi sarebbero in grado di dirottare i segnali satellitari per lanciare attacchi informatici almeno dal 2013.

A dirlo è il contenuto di alcuni documenti classificati, divulgati da The Intercept, che apparterrebbero alla Communications Security Establishment del Canada recentemente ottenuti.

Tale tecnica di hacking, si rileva, è considerata particolarmente innovativa e per questo il suo uso è limitato a una lista ristretta di operatori. Ad ogni modo la rivelazione mette in evidenza lo sforzo prolungato da parte del Cremlino di sviluppare negli ultimi anni delle funzionalità di cyber spionaggio informatico altamente avanzate.

In particolare a preoccupare è il gruppo Turla, che in precedenza FireEye aveva associato ai servizi di intelligence di Mosca.

Il collettivo sarebbe capace, secondo la ricostruzione, di “gestire un exploit su un computer collegato a Internet [e] controllarlo via i collegamenti via satellite intercettando il downlink di un fornitore satcom esistente per poi imitare i pacchetti come se fossero il generatore”.

L’utilizzo attivo e passivo della tecnologia satellitare per comandare a distanza i computer danneggiando i dispositivi target è stato pubblicamente dimostrato nel 2015, sulla base di precedenti ricerche condotte da alcune compagnie di sicurezza informatica. Ma i documenti mostrerebbero che tutto ciò è avvenuto probabilmente anche prima di quella data.

Al momento, anche se questa tecnica offre un elevato livello di discrezione, costa anche mille dollari per essere lanciata, rimane comunque ‘lenta’ e non è utile per rubare un’enorme quantità di dati, rilevano gli esperti.

Fonte Cyber Affairs

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password