Verso la fusione tra Sukhoi e MiG

SukhoiUACMiG

Entro il 2019 sarà completata la fusione delle società aeronautiche MiG e Sukhoi sotto un’unica divisione militare. A dichiararlo in un’intervista all’agenzia TASS è stato il Ministro russo dell’industria e del commercio Denis Manturov.

Secondo Manturov la UAC (United Aircraft Corporation) sta provvedendo alla riorganizzazione degli assetti societari suddivisa in base alle tipologie di aeromobili: specificatamente verranno create la divisione militare, strategica, speciale, civile e da trasporto.

Ricordiamo infatti che UAC dal 2006, su decreto presidenziale firmato da Putin, riunisce già i bureau MiG, Sukhoi, Tupolev, Ilyushin, Yakovlev e Irkut Co.

“Sukhoi e MiG saranno inclusi ovviamente nella divisione militare – ha dichiarato Manturov – ma è da notare che per entrambe le società si segna il continuo processo di consolidamento, poiché ognuno di loro ha già istituito un’unica entità costituita da imprese separate.”

Manturov si riferisce in questo caso a Sukhoi (con le società JSC Sukhoi Design Bureau e JSC Sukhoi Civil Aircraft con sede a Mosca, KnAAPO sita a Komsomolsk-on-Amur e NAPO sita a Novosibirsk) e a MiG (con le controllate RAC MiG sita a Mosca, LMZ sita a Lukhovitsy, RPC di Voronin e la Sokol di Nizhny Novgorod)

“MiG e Sukhoi – ha proseguito Manturov – potranno sfruttare gli sviluppi, le tecnologie e le risorse di ciascuno, ma allo stesso tempo, questo non intaccherà i marchi che continueranno ad esistere.”

Un asset allocation costituito per tipologia di velivolo; quello che in poche parole avviene già con Mil e Kamov riunite sotto la Russian Helicopters.

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password