La Brigata “Sassari” completa l’iter addestrativo pre-missione

Pattuglia motorizzata del 3 bersaglieri

Si è concluso con una complessa esercitazione, un lungo ed inteso periodo addestrativo svolto dal 3° reggimento  bersaglieri della Brigata “Sassari”. L’unità ha infatti terminato la fase di approntamento, svolta con lo scopo di testare e massimizzare l’efficienza operativa dei bersaglieri finalizzata al raggiungimento della preparazione specifica per l’impiego nelle missioni nazionali ed internazionali che le verranno assegnate.

Mortaisti in azione

Il campo d’arma, durato circa un mese, ha consentito lo svolgimento di un addestramento mirato alle possibili situazioni complesse e delicate che si possono trovare in uno scenario operativo, simulando con attività specifiche e grazie all’impiego della tecnologia, le azioni volte al mantenimento e al raggiungimento della stabilità in un’area di crisi

L’attività inoltre, ha avuto lo scopo di testare ulteriormente le capacità di comando, controllo e coordinamento tra i bersaglieri del 3° reggimento e altri assetti specialistici in concorso da altri reparti dell’Esercito, come il Gruppo Cinofili “K9” di Grosseto e unità del Centro d’Eccellenza Counter IED.

L’impegno appena terminato dal 3° bersaglieri, costituisce la fase conclusiva del recente percorso addestrativo svolto da tutti i reparti della Brigata “Sassari”.

Fonte: comunicato Brigata Sassari

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password