Più militari montenegrini in Afghanistan

soldier_military_combat_field_dress_pattern_camouflage_uniforms_Montenegro_army_005

Alla luce della decisione del Parlamento dello scorso 5 luglio, il Montenegro ha deciso di rinforzare il proprio contingente in Afghanistan con ulteriori 9 unità. Al momento attuale, infatti, Podgorica contribuisce alla missione Resolute Support con 20 soldati, che dovrebbero diventare 40 entro pochi mesi. L’obiettivo, infatti, è quello di accrescere la specializzazione dell’Esercito permettendo al numero massimo di effettivi di confrontarsi con scenari internazionali.

Soldiers-with-armed-forces-of-Montenegro-1200

Secondo quanto riportato dal media di Stato RTCG, allo stato attuale “oltre il 24% degli appartenenti alle Forze Armate hanno preso parte a qualche missione internaziomale”.

Sempre in questi giorni, il ministro della Difesa Predrag Bošković ha anche dichiarato che il Paese dovrebbe ricevere a breve dalla Germania 6 blindati leggeri usati, mentre la spesa per la Difesa dovrebbe crescere costantemente per arrivare al 2% del PIL entro il 2024, rendendo così il Montenegro “un alleato credibile” nella NATO.

Attualmente tutte le repubbliche ex-Jugoslave ad esclusione della Serbia (che invece partecipa alla missione in Libano) hanno inviato le proprie forze in Afghanistan e, più precisamente: Bosnia-Erzegovina (63 unità), Croazia (105), Macedonia (47) e Slovenia (8).

Foto ISAF

 

Triestino, analista indipendente e opinionista per diverse testate giornalistiche sulle tematiche balcaniche e dell'Europa Orientale, si è laureato in Scienze Internazionali e Diplomatiche all'Università di Trieste - Polo di Gorizia. Ha recentemente pubblicato per Aracne il volume “Aleksandar Rankovic e la Jugoslavia socialista”.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password