In orbita il satellite francese per l’osservazione militare CSO -1

CSO (2) (002)

Il primo satellite per l’osservazione militare CSO è stato lanciato con successo da Arianspace, con un vettore Soyuz, dal Guiana Space Center, lo spazioporto europeo in Guyana francese. Sviluppato per il Ministero francese per le Forze Armate dall’agenzia spaziale Francese CNES, delegata come autorità al contratto dall’ agenzia francese Direction Générale de l’Armement (DGA), il satellite è stato costruito da Airbus Defence & Space ed è dotato di uno strumento ottico ad altissima risoluzione progettato e realizzato da Thales Alenia Space.

CSO è un programma di osservazione militare composto da tre satelliti in orbita sincrona solare, posizionato dalla Francia come successore dei due satelliti Helios 2 gestiti dalle forze armate da oltre dieci anni.

Fornendo una risoluzione più elevata e una capacità di fornire immagini sia di giorno che di notte, supporterà le operazioni militari del paese. Il satellite offre, inoltre, una maggiore agilità operativa ed è in grado di osservare una precisa zona di crisi, aumentando così il numero di immagini acquisite in un singolo passaggio.

Come per i sei satelliti Helios 1, Helios 2 e le famiglie Pleiades, Thales Alenia Space ha fornito lo strumento ottico ad altissima risoluzione per i tre satelliti di CSO ed ha sviluppato anche elementi chiave come pannelli solari, telemetria di immagine ad alta velocità nonché la scrittura in codice e modulo di decrittazione per uplinks e downlinks.

Lo strumento di CSO è caratterizzato da una tecnologia molto più avanzata rispetto a Helios 2, inclusi i rilevatori di frequenze infrarosse, l’elettronica di video estremamente integrata, i nuovi meccanismi di raffreddamento per il canale infrarosso ed una struttura nuova di ceramica per il telescopio per garantire una maggiore stabilità.

Lo strumento a bordo di CSO è più grande del 30% rispetto ad Helios 2, con il doppio delle parti relative alle immagini con risoluzione significativamente più alta e con tempi di produzione ridotti del 40%. CSO è considerato come la più grande e più complessa “macchina fotografica spaziale” mai sviluppata in Europa, capace di fotografare immagini ultra-precise di giorno o di notte, anche viaggiando ad una velocità di 25,000 chilometri all’ora ad una distanza di circa 800 chilometri.

 “Il lancio di un satellite come CSO è un grande evento per la Francia e la difesa del Paese” – ha dichiarato Jean Loic Galle, Presidente e CEO di Thales Alenia Space – ” Gioca, infatti, un ruolo cruciale per la Francia ed i nostri partner che potranno contare ora su sistema di osservazione ancora più potente, continuare e migliorare i servizi offerti finora da Helios 2A e 2B. Noi abbiamo obiettivi ambiziosi per CSO, un programma davvero straordinario dalle performance eccezionali – ha aggiunto Jean Loic Galle.

I team di Thales Alenia Space e i nostri partner industriali rispondono a sfide tecnologiche con lo sviluppo e produzione di questo payload, il vero ‘cervello del satellite, lavorando accanto agli esperti del CNES e DGA. Anche i nostri colleghi di Telespazio, che operano per conto del CNES, avranno un ruolo di rilievo nella gestione del satellite. Questa expertise, abilità strategica e molto rara, è senza pari in Europa.

Queste abilità sono state messe a disposizione della Difesa Francese ed hanno fatto da leva anche a contratti di esportazione nonché allo sviluppo di nuovi di satelliti di osservazione ad alta rivisitazione, a complemento dei servizi offerti da CSO.”

Fonte comunicato Thales Alenia Space

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password