Gaiani: “L’Italia deve appoggiare al-Sarraj, ma Haftar non è un nemico”

Nel dibattito a Tgcom25 sugli scontri di Tripoli il direttore di Analisi Difesa, Gianandrea Gaiani, evidenzia il ruolo marginale delle potenze occidentali rispetto ai protagonisti arabi e islamici che muovono le pedine libiche: Egitto, Qatar, Arabia Saudita, Tirchia ed Emirati Arabi Uniti.
Un’America sempre più defilata, un’Europa incapace di proteggere i propri interessi anche con l’uso della forza e in definitiva un Occidente prono ai petrodollari del Golfo hanno favorito l’affermarsi delle “potenze” islamiche che stanno duellando nel nostro giardino di casa.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password