Gli Emirati puntano sul Sudafrica per l’autonomia nella produzione di bombe guidate d’aereo

Al_Tariq_Sejeel_Guy_Martin

Il Sudafrica è ormai un partner di primo piano nella strategia industriale dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti tesa a rendersi indipendenti nella produzione di ordigni d’impiego aeronautico dopo le difficoltà poste dai paesi europei a rifornire le aeronautiche dei due paesi arabi impegnate nel conflitto yemenita.

Un’autonomia ritenuta strategica a Riad e ad Abu Dhabi per ridurre la dipendenza da un Occidente sempre meno affidabile in fatto di forniture durante situazioni belliche.

Nel marzo 2016 la società pubblica saudita Military Industries Corporation insieme alla sudafricana Rheinmetall Denel Munition (RDM) aprì uno stabilimento per la produzione di munizioni Al-Kharj (77 chilometri a sud di Riad) in grado di produrre munizioni da mortaio da 60, 81 e 120 millimetri, proiettili d’artiglieria da 105 e 155 mm oltre a bombe d’aereo da 500 fino a 2 000 libbre (227/908 chili).

Nei giorni scorsi Barij Dynamics, società emiratina in partnership con la sudafricana Denel Dynamics, ha completato lo sviluppo del kit di bombe guidate Orca/Sejeel e ha ricevuto un contratto per 4.000 armi per l’Aeronautica degli Emirati Arabi Uniti.

Denel, nel suo rapporto annuale 2018/19, ha dichiarato che il test di volo finale sul sistema di armi Orca (Sejeel) è stato completato nel maggio 2018. “La disponibilità delle armi ha portato a un contratto stipulato dall’Aeronautica degli Emirati Arabi Uniti su il nostro partner negli Emirati Arabi Uniti (Barij Dynamics) per 4.000 armi. Durante le fasi di sviluppo del contratto, il sistema d’arma è stato industrializzato e reso pronto per la produzione. ”

La partnership è detenuta al 51% da Barij/Emirates Defence Industry Company e al 49% da Denel.

Il suo primo prodotto fu il kit di bombe guidate Al Tariq (Umbani), ordinato dagli Emirati Arabi Uniti nel 2011.

Lo sviluppo del kit di bombe guidate Sejeel è iniziato con un contratto del 2015 da Abu Dhabi con lavori di sviluppo realizzati in Sudafrica e produzione negli Emirati Arabi Uniti.

Il kit trasforma in armi guidate le bombe Mk 81 e Mk 82. Può essere programmato con diversi profili di attacco e ha capacità di attacco fuori asse e bersaglio mobile con una portata superiore ai 25 chilometri e una probabilità di errore circolare (CEP) compresa tra i 3 e 10 metri.

Barij Dynamics è focalizzata sullo sviluppo e la produzione di munizioni guidate di precisione e vede questo come il suo core business. Di recente ha ampliato la sua gamma con un kit di guida per la bomba Mk 84 da 2.000 libbre che è stato presentato a febbraio al Salone IDEX 2019 ad Abu Dhabi.

Foto Barij Dynamics

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password