Rischi e sicurezza aziendale: l’approccio di Kriptia

Copertina opuscolo (002)

L’indice di Percezione della Corruzione (CPI) 2019, stilato da Transparency International, ha classificato l’Italia al 51° posto nel mondo con un punteggio di 53/100. Un punteggio lontano dalla sufficienza e che fa riflettere ai danni che emergono da un sistema paese in cui la corruzione viene tollerata.

La corruzione sta diventando una piaga sociale e la criminalità organizzata è sempre più infiltrata nelle aziende e nel mercato, tanto da rendere tutto difficile e da faticoso distinguere il bene dal male, l’etico dal criminale. Di solito si pensa che le informazioni sono detenute da banche dati oscure e inaccessibili, commettendo l’errore che è la singola informazione serve a decretare la verità.

Kriptia ha dimostrato come un’analisi può prevedere e prevenire rischi che non possono essere trasferiti a terzi o tamponati da soluzioni di mitigazione. Ad esempio, il rischio reputazionale rientra tra questi, come anche l’affidabilità di un soggetto fisico o giuridico, e non è possibile pensare di intervenire successivamente al fatto, perché potrebbe essere troppo tardi.

La metodologia OSINT (Open Source INTelligence) ha sdoganato questo mito riuscendo a ricostruire fatti e fenomeni, trovando notizie utili anche nel web, social network e fonti libere, ricostruendo tutto con una visione analitica. Lo studio delle fonti aperte, utilizzato in passato anche durante i conflitti mondiali, e ancora più utilizzato durante la Guerra Fredda, ha dimostrato come sia governi che aziende hanno necessità di analisi preventive per poter raggiungere i risultati.

Il così detto “Approccio Kriptia” si struttura in maniera organizzata e sistematica attraverso, non solo le analisi di Due Diligence, ma anche le analisi Reputazionale e pre-assuntive, stilate attraverso l’uso delle tecniche OSINT (Open Source INTelligence) e di investigazioni di tipo humint (HUMan INTelligence).

Saper intrecciare le metodologie OSINT, HUMINT e VIRTUALHUMINT non è facile, ma frutto di un lungo e delicato percorso.

Kriptia ha focalizzato la metodologia in un opuscolo raccontando l’approccio utilizzato e i benefici che comporta un uso sistematico del metodo.  L’opuscolo potete richiederlo via email a: [email protected]

Fonte: comunicato Kriptia

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password