Primo cliente straniero per l’elicottero Mil Mi-38T

A09I2073-min

La JSC Rosoboronexport ha firmato il primo contratto di esportazione per la fornitura a un cliente straniero non specificato di un numero imprecisato di nuovi elicotteri da trasporto militare Mil Mi-38T.

Alexander Mikheev, direttore generale di Rosoboronexport, ha dichiarato che “il contratto firmato è diventato un nuovo punto di partenza per l’attuazione della strategia di cooperazione tecnico-militare approvata dal presidente Putin lo scorso anno.

A09I2039-min

Un progetto estremamente importante poiché si tratta di un nuovo prodotto dell’industria elicotteristica russa che è in gran parte unico nel suo segmento e che inoltre è stato lanciato con successo sul mercato globale a tempo di record considerando che il suo primo volo ha avuto luogo alla fine del 2018. Attualmente, oltre alle macchine già realizzate, Rosoboronexport starebbe valutando altre richieste pervenute da partner stranieri interessati al Mi-38T.”

A07W6860-min

Il Mi-38T, che è stato tra l’altro costruito interamente con componenti high-tech di produzione nazionale, è stato consegnato in due esemplari alla Difesa russa alla fine dello scorso anno secondo i parametri stabiliti dal contratto siglato nel 2017.

Prodotto dallo stabilimento di elicotteri di Kazan, una filiale della Russian Helicopters, il Mi-38 è un velivolo polivalente di categoria medio-pesante disponibile nelle versioni militare e civile. La sua dimensione lo pone come un velivolo di classe intermedia a metà strada tra il Mi-8/17 e il Mi-26.

1Обложка-min

La variante Mi-38T per uso militare con un peso massimo al decollo di 15.600 kg e una velocità di crociera di 300 km/h, può trasportare in volo 40 soldati o trasportare carichi fino a 5 tonnellate nella stiva interna o 7 tonnellate attraverso l’imbracatura esterna. A differenza della versione da impiego civile inoltre, il Mi-38T è dotato di serbatoi per il carburante auto-sigillanti, serbatoi supplementari per estenderne l’autonomia, attrezzature speciali e avioniche dedicate per le comunicazioni militari.

Foto Russian Helicopters

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password