Più armi USA all’Ucraina ma stop del Pentagono agli UAV armati Grey Eagle

220423-M-ME368-1001

 

 

Il Pentagono ha reso nota il 17 giugno la lista completa delle forniture militari all’Ucraina a partire dal 24 febbraio scorso per un valora di circa 5,6 miliardi di dollari dal 24 febbraio.

Il documento del Department of Defense include il miliardo di dollari di aiuti militari annunciato il 15 giugno di cui 350 milioni circa prelevati dai fondi del Presidential Drawdown of security assistance e 650 milioni da quelli dell’Ukraine Security Assistance Initiative (USAI).

Si tratta di un elenco molto dettagliato che dovrebbe costituire un esempio, in termini di trasparenza e rispetto del cittadino- contribuente, per nazioni e governi che, pur contribuendo in modo decisamente più marginale allo sforzo bellico ucraino, mantengono segrete (o almeno provano a mantenerle tali) all’opinione pubblica le forniture belliche donate a Kiev.

Fonti citate dall’agenzia di stampa Reuters hanno riferito che il programma per consegnare 4 UAV armati del segmento MALE (Medium Altitude Long Range) MQ-1C Grey Eagle all’Ucraina è stato sospeso per il timore che le sue sofisticate apparecchiature radar e di sorveglianza possano cadere in mani russe.

MQ-1C-Gray-Eagle_1

L’obiezione tecnica alla vendita è stata sollevata durante un esame più approfondito da parte della Defense Technology Security Administration del Pentagono incaricata di mantenere la tecnologia di alto valore al sicuro. In precedenza la fornitura di General Atomics MQ-1C Grey Eagle, di cui si vocifera da marzo, era stato approvato dalla Casa Bianca, hanno riferito le fonti anonime sentite da Reuters che aveva reso noto il 1° giugno l’intenzione di Washington di fornire i velivoli armati senza pilota alle forze ucraine..

 

Questa la lista:

  • oltre 1.400 sistemi di difesa aerea portatili Stinger;
  • oltre 6.500 sistemi missilistici anticarro Javelin;
  • oltre 20.000 altre armi anticarro;
  • oltre 700 munizioni circuitanti Switchblade;

-5801171576513738799_121 (003)

  • 21 munizioni circuitanti Phoenix Ghost
  • Velivoli senza pilota tattici Puma
  • 126 obici M777 e 260.000 proiettili di artiglieria da 155 mm;

-5787445423676439409_121 (002)

  • 108 veicoli tattici per il traino di obici da 155mm;
  • 19 veicoli tattici per trasporto equipaggiamento;
  • MLRS HIMARS e munizioni per loro (4 previsti a oggi);
  • 20 elicotteri Mi-17 (16 ex-Aeronautica Afghana);
  • centinaia di veicoli 4×4 HUMVEE;
  • 200 mezzi corazzati trasporto truppe M113;
  • più di 7000 armi leggere;
  • Più di 50 milioni di munizioni per armi leggere;
  • 000 set di giubbotti antiproiettile ed elmetti;
  • sistemi missilistici a guida laser;
  • Droni navali di superficie da difesa costiera;

-6048487969649702985_121 (002)

  • 22 radar controbatteria;
  • 4 radar anti-mortaio;
  • 4 radar di sorveglianza aerea;
  • 2 Sistemi di difesa costiera ad arpione;
  • Munizioni antiuomo M18A1 Claymore;
  • Esplosivo C4 e cariche da demolizione;
  • sistemi per le comunicazioni tattiche sicure;
  • Migliaia di dispositivi per la visione notturna, sistemi di imaging termico, ottica e telemetri laser;
  • servizi di immagini satellitari;
  • dispositivi di protezione per la bonifica di ordigni esplosivi;
  • dispositivi di protezione chimica, biologica, radiologica, nucleare;
  • forniture mediche, compresi i kit di pronto soccorso;
  • mezzi di guerra elettronica;
  • attrezzatura da campo e pezzi di ricambio;
  • Finanziamenti per addestramento, manutenzione e supporto

 

Foto: US DoD, RvVenkor e Twitter

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password