Al via le attività addestrative per gli alpini schierati in Ungheria

28e84f51-17de-4a76-9455-94a05f56de163Medium

 

 

Dopo poco più di dieci giorni dal completamento dello schieramento in Ungheria gli uomini e le donne della Brigata Alpina Taurinense hanno concluso la prima settimana di attività addestrative in territorio ungherese.

Negli ultimi giorni sono state svolte attività di familiarizzazione in merito ad armi, mezzi e materiali in dotazione agli eserciti dei Paesi alleati oltre a esercitazioni di combattimento nelle aree urbanizzate diurne e notturne e di navigazione terrestre.

2c4067c8-b007-4224-891d-8f02a136b8b716Medium

Sul terreno, accanto ai militari italiani, anche una compagnia di paracadutisti americani della 101^ Divisione Aviotrasportata e una compagnia dell’esercito croato.

I momenti addestrativi dedicati alla familiarizzazione hanno permesso ai militari dei vari contingenti di toccare con mano mezzi e materiali dei Paesi alleati mentre le attività di addestramento al combattimento nei centri abitati e di navigazione terrestre hanno permesso di mettere a confronto e standardizzare tecniche tattiche e procedure.

07dbe83c-7622-4931-8010-62d1ea75b7d623Medium

Le attività operative degli oltre 250 uomini e donne delle Truppe Alpine dell’Esercito che contribuiranno alla costituzione di uno dei nuovi quattro “battlegroup” della NATO schierati sul fianco sud-est dell’Alleanza Atlantica ricadono nell’ambito dell’operazione denominata “Enhanced Vigilance Activity” (eVA).

Il contingente italiano è composto da unità e assetti della Brigata Alpina Taurinense, in particolare del 3° Reggimento Alpini, rinforzato da componenti del 1° Reggimento Artiglieria Terrestre (da montagna), del Reggimento Nizza Cavalleria (1°) e del 32° Reggimento Genio Guastatori. Tutte unità provenienti da un intenso ciclo addestrativo svolto a premessa dell’impiego in operazione.

14c42a64-999e-427f-9a62-560a3a878f694Medium

Tutte le attività operative e addestrative condotte dalle Forze Armate italiane sul fianco sud-orientale della NATO sono disposte dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, e svolte sotto il coordinamento e secondo le direttive impartite dal Comado Operativo di Vertice Interforze (COVI).

Fonte: Stato Maggiore Difesa

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password