Continua il potenziamento delle forze armate dell’Africa Occidentale

2

 

 

Le ultime rilevanti forniture riguardano l’Esercito e la Marina della Costa d’Avorio che ha svelato l’acquisizione di diversi nuovi tipi di veicoli blindati nella parata che ha celebrato il 7 agosto il 62° anniversario dell’indipendenza del paese.

La parata a Yamoussoukro ha rivelato che l’esercito del paese sta utilizzando veicoli sudafricani DCD Springbuck SD, veicoli blindati per trasporto truppe (APC) Jaws (nella foto sotto)  dell’International Armored Group (IAG) prodotti negli Emirati Arabi Uniti . Abu Dhabi ha fornito anche veicoli blindati BATT UMG (nella foto più in basso) e Terrier LT-79 (nella foto d’apertura), veicoli da combattimento di fanteria cinesi WZ-551 6×6 e veicoli blindati turchi Nurol Makina Ilgaz-II dalla Turchia.

3

Durante la parata hanno sfilato una ventina di 20 nuovi veicoli blindati leggeri di costruzione turca Otokar Cobra II, tra cui un’ambulanza e un veicolo di soccorso. I mezzi sono assegnati ai Combined Arms Tactical Groups (GTIA), forza di intervento rapido. Molti dei quali dotati di jammer elettronici per contrastare gli ordigni esplosivi improvvisati (IED) come ha evidenziato il britannico Janes.

Con le nuove consegne l’esercito ivoriano ha rinnovato il suo parco mezzi blindati composto precedentemente da un numero limitato di veicoli efficienti dei modelli francesi Panhard M-3, AML-60, AML-90, ERC-90F4 e VAB russi BRDM-2, BMP-1/2 e BTR 80.

4

Alla parata hanno sfilato anche i primi UAS adottati dalla Costa d’Avorio, 4 francesi Delair DT26X (nella foto a lato) già forniti anche al Niger.

La Marina ivoriana riceverà un pattugliatore P400 dalla Francia e due pattugliatori d’altura OPV-45 da Israele che dovrebbe fornire anche 10 elicotteri, come ha riferito il giornale Jeune Afrique: 5 MD500 e 5 Agusta (Leonardo) di tipo non precisato forniti dalla società israeliana TAR Ideal Concepts.

Le nuove acquisizioni costituiscono la risposta alla crescente minaccia portata dai gruppi armati legati allo Stato Islamico e ad al-Qaeda ce hanno iniziato a lanciare attacchi in Costa d’Avorio dalle loro roccaforti in Mali e Burkina Faso. Le autorità ivoriane hanno segnalato 13 attacchi transfrontalieri nel 2021, che hanno determinato una maggiore militarizzazione nel nord e sollevato preoccupazione del governo per il reclutamento di giovani senza lavoro da parte dei miliziani.

5

L’anno scorso il presidente Alassane Ouattara ha promesso di spendere l’1% del PIL per la difesa e sicurezza.

Nuovi mezzi anche per l’esercito del Gabon che dopo i veicoli trasporto truppe blindati 8×8 VN1 da 21 tonnellate e armati con un cannone da 30 mm acquisiti tre anni or sono ha continuato a dotarsi di veicoli cinesi, questa volta gli MRAP 4×4 Norinco VP11 da 8 tonnellate (nella foto sotto), acquisiti in un numero imprecisato per la Guardia Repubblicana (assegnati al Secondo Squadrone da Ricognizione e Combattimento) ma di cui 13 esemplari hanno preso parte alla parata del Giorno dell’Indipendenza del Gabon nella capitale Libreville il 17 agosto.

1

Altri mezzi consegnati negli ultimi anni includono veicoli Dongfeng EQ2050 e 19 IFV Type-07P, sempre cinesi.

Il Gabon ha preso in consegna otto veicoli da combattimento Nexter Aravis tra il 2015 e il 2016 e 24 Matador APC dalla sudafricana Paramount nel 2010. Cinque veicoli VAB-VTT sono stati forniti di seconda mano dalla Francia per le forze di pace delle Nazioni Unite del Gabon.

(con fonte Defenceweb)

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password