Guardia private sventano l’arrembaggio al tanker Giacinta

slide7

Un attacco di pirati alla motonave cisterna italiana Giacinta, in navigazione nel golfo di Aden, è stato sventato ieri dalle guardie private imbarcate, che hanno dovuto esplodere un colpo di avvertimento per ottenere che i barchini dei pirati si allontanassero. Lo rende noto Assiv Confindustria, cui aderisce la società romana Metro Security Express che fornisce il servizio di sicurezza sulla nave. Il tentativo di attacco, sottolinea Assiv-Confindustria, è avvenuto ieri intorno alle 11 (ora locale) da parte di 8 barchini che hanno circondato la motonave cisterna Giacinta, battente bandiera italiana, in navigazione verso Fujairah negli Emirati Arabi. Le guardie armate in servizio antipirateria sulla nave hanno fatto scendere il personale sotto coperta e hanno seguito le procedure di dissuasione contro i pirati, prima mostrando le armi e poi sparando un razzo paracadute.

Ma i pirati sono stati spinti a cambiare rotta, allontanandosi dalla nave, solo dopo che le guardie giurate hanno sparato un “warning shot” con le armi in dotazione. “La sequenza degli avvenimenti – sottolinea Assiv – è stato comunicata dal capo pattuglia al comandante della Giacinta e all’Ukmto, l’organizzazione che effettua il monitoraggio del traffico mercantile in funzione antipirateria, e alla nave militare Mimbelli”. La motonave Giacinta ha quindi proseguito la navigazione verso Fujairah in condizioni di sicurezza. Si tratta del secondo attacco a un mercantile respinto quest’anno da guardie private antipirateria.

(con fonte ANSA)

Foto: Metro Security Express

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password