Eunavfor Med continua a fare…Mare Nostrum

Werra

Nuova “performance” delle unità navali della flotta europea Eunavfor Med, costituita e finanziata per contrastare i trafficanti libici ma finora impiegata per raccogliere immigrati clandestini in mare e sbarcarli in Sicilia.

Ieri sono arrivati ad Augusta in 105, per lo più provenienti da Paesi sub sahariani, a bordo della nave ausiliaria tedesca Werra (nella foto) assegnata a Eunavfor Med.

In attesa che la Ue l’autorizzi a fare ciò per cui è nata, Eunavfor Med si allena (a spese nostre) a fare ciò che faceva Mare Nostrum e che oggi fanno già la missione europea Triton e l’italiana Mare Sicuro .

Gianandrea GaianiVedi tutti gli articoli

Nato a Bologna, dove si è laureato in Storia Contemporanea, dal 1988 ha collaborato con numerose testate occupandosi di analisi storico-strategiche, studio dei conflitti e reportages dai teatri di guerra. Dal febbraio 2000 dirige Analisi Difesa. Collabora con i quotidiani Il Sole 24 Ore, Il Foglio, Libero, Il Mattino, Il Messaggero e Il Corriere del Ticino, con i settimanali Panorama, Gente e Oggi. Collabora con università e istituti di formazione militari ed è opinionista delle reti tv RAI, RSI, Mediaset, Sky, La7 e radiofoniche Rai, Capital e Radio24. Ha scritto "Iraq Afghanistan - Guerre di pace italiane" ed è coautore di "Immigrazione: tutto quello che dovremmo sapere".

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password