Clandestini: boom di sbarchi nel 2016

frontex

(aggiornato il 6 gennaio ore 18,20)

Il 2016 rischia di essere ricordato anche per il boom di sbarchi di migranti. Il bilancio di fine anno reso noto dal Viminale parla infatti di un aumento del 17,94 % di arrivi via mare rispetto all’anno precedente. I numeri dei migranti giunti al 31 dicembre risultano essere 181.436 contro i 153.842 del 2015. Rispetto al 2014 l’aumento è del 6,66%, allora i migranti sbarcati furono 170.100.

Il Viminale sottolinea anche nel 2016 un boom di arrivi di minori stranieri non accompagnati: sono stati (dati al 30 dicembre) 24.929 contro i 12.360 del 2015. Il porto che ha ricevuto il maggior numero di persone sbarcate è quello di Augusta 25.707, seguito da Pozzallo 19.233 e Catania 17.982. A Lampedusa nel 2016 sono giunti 11.399 migranti.

Tra le nazionalità dichiarate al momento dello sbarco in cima alla classifica(dati al 31 dicembre) c’è la Nigeria con 37.551 migranti; seguono l’Eritrea 20.718, la Guinea 13.342, la Costa d’Avorio 12.396, il Gambia 11.929, il Senegal 10.327, il Mali 10.010 e il Sudan 9.327, Bangladesh (8.131) e Somalia (7.281). Meno di mille i siriani, forse gli unici a fuggire veramente dalla guerra.

La regione con il maggior numero di migranti assegnati nella distribuzione sul territorio risulta la Lombardia con il 13% del totale, seguono il Lazio, il Piemonte, il Veneto, la Campania e la Sicilia con l’8%, la Toscana, l’Emilia Romagna e la Puglia con il 7%, la Calabria con il 4%, la Liguria la Sardegna il Friuli, le Marche con il 3%, l’Abruzzo il Molise e l’Umbria con il 2%, la Basilicata Trento e Bolzano con l’1% e la Valle d’Aosta con lo 0,2%. In totale i migranti distribuiti sul territorio sono 175.485.

Nelle strutture temporanee erano presenti al 30 dicembre 136.706 migranti. Quelli negli hot spot sono 547, e 14.669 nei centri di prima accoglienza. Sono infine 23.563 i migranti nella rete dei prima accoglienza. Sono infine 23.563 i migranti nella rete dei centri Sprar (Servizio centrale del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

(con fonte Ansa)

Foto: Frontex

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password