Altri MiG-29SMT per le forze aeree russe

MiG-29SMT

Come avevamo correttamente anticipato su AD nr. 143 settembre 2013 , il Ministero della Difesa russo ha firmato un contratto del valore di 470 milioni dollari con la società RAC MiG per la fornitura di 16 caccia avanzati MiG-29SMT. Secondo le dichiarazioni fornite dal portavoce del Ministero, il valore della transazione comprensivo di manutenzione e ricambi è superiore ai 17 miliardi di rubli. “Questo contratto – ha spiegato il portavoce – costituisce da un lato una misura strategica per mantenere la prontezza operativa al combattimento della flotta medioleggera e dall’altro consente di ottimizzare il rapporto tra combattenti leggeri e pesanti all’interno della stessa VVS (il cosiddetto “High-Low mix”).

Altrettanto importante è invece il mantenimento delle linee di produzione del MiG-29 fino al 2016, anno in cui RAC MiG dovrebbe ultimare le consegne dei 16 caccia e contemporaneamente concludere la sperimentazione e il perfezionamento del tanto sospirato MiG-35. In tal senso il Ministero della Difesa avrebbe difatti previsto di firmare un contratto per 100 caccia MiG-35 dopo il 2016. Il caccia multiruolo MiG-29SMT sviluppato da RAC MiG nel 2004 dispone di serbatoi maggiorati integrati in fusoliera e sonda per il rifornimento in volo per un’accresciuta autonomia, una cellula rivestita da vernice radar assorbente ed è compatibile con le ultime generazioni di missili aria-terra. Il MiG-29SMT è dotato inoltre del radar multimodale Zhuk-ME sviluppato da Phazotron NIIP: un sistema che consente il monitoraggio fino a 10 bersagli aerei e l’ingaggio simultaneo di 4 velivoli; schermi multifunzionali a colori wide screen e comandi HOTAS.

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password