Russia e Argentina insieme in Antartide

Mi-171E_Argentina

Proseguono i rapporti commerciali tra Russia e Argentina e secondo quanto annunciato dal Ministro della Difesa argentino Augustìn Rossi il paese sudamericano sarebbe interessato ad acquistare nuovi elicotteri russi. Lo stesso Ministro ha dapprima ricordato alla stampa locale l’acquisizione nel 2010 di due elicotteri russi Mil Mi-171E (matricole H-94 e H-95) impiegati principalmente in missioni di ricerca e soccorso e di collegamento alle stazioni polari argentine in Antartide, per poi spiegare successivamente come sia attualmente allo studio la possibilità di acquistarne qualche esemplare in più. Secondo il Ministro Rossi il numero dei nuovi elicotteri dipenderà dalle condizioni di finanziamento proposte dalla Russia.

Il Mi-171E prodotto da Russian Helicopters negli stabilimenti di Ulan Ude nella Siberia Orientale è una versione export aggiornata e potenziata del pluriutilizzato Mil Mi-8 “Hip”; è dotato di miglioramenti nella strumentazione di bordo, rotore parzialmente in compositi, riduttori di vibrazioni tra le pale, elettronica aggiornata e radar meteorologico nel muso.

È in grado di trasportare 26 passeggeri o fino a 12 barelle mediche più personale sanitario o in alternativa fino a 4 tonnellate di carico all’interno della cabina (o in sospensione sul gancio baricentrico esterno) per una distanza di 610 Km ad una velocità di crociera di 250 Km/h.

Il Mi-171E è dotato inoltre di motori turboalbero Klimov VK-2500-03 e di un impianto di potenza ausiliaria (APU) Safir 5K / G-MI che gli permettono di operare agevolmente nelle alte quote montane in presenza di aria rarefatta e con temperature estreme da + 50 a – 50 C. Per questo tipo di elicottero, il cui costo nella configurazione di base si aggira sui 10-12 milioni di dollari circa, sono disponibili inoltre delle attrezzature supplementari fornite dallo stesso costruttore che ne ampliano notevolmente la portata delle operazioni e i compiti specifici.

L’Argentina, sempre secondo quanto dichiarato dal Ministro Rossi, sottolinea ancora una volta il buon rapporto tra i due paesi, comunicando l’intenzione di proseguire la cooperazione con la Russia al fine di garantire la sua costante presenza nella campagna antartica.

Per la settima volta il Governo argentino ha infatti provveduto al noleggio della nave russa diesel elettrica Vasilij Michajlovič Golovnin con cui provvede alla fornitura di carburante, attrezzature e vettovaglie al personale argentino di stanza presso le stazioni antartiche. “Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato a tal proposito Rossi – del lavoro della nave russa e del suo equipaggio, che per l’ennesima volta viene coinvolta nella nostra campagna antartica.”

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password