MOSCA AGGIORNA I SU-25

su25sm3

Come riportato recentemente dall’agenzia RIA Novosti, il Ministero della Difesa russo ha avviato sul portale degli appalti pubblici un’asta elettronica per un contratto di riparazione e modernizzazione di nove aerei da interdizione Sukhoi Su-25 (allo standard SM3) con un prezzo massimo iniziale del valore di 3.341 miliardi di rubli.

Il bando pubblicato dichiara che la modernizzazione dei Su-25 viene effettuata per assicurarne il mantenimento del livello di efficacia e sicurezza richiesto dalle Forze Armate russe e specifica inoltre che il lavoro richiesto dovrà essere svolto in un periodo compreso tra la data di entrata in vigore del contratto e il termine ultimo del 25 novembre 2017.

Secondo il portale degli appalti pubblici inoltre, il Ministero della Difesa aveva annunciato in precedenza un’identica operazione di aggiornamento per un lotto di cinque Su-25 con un prezzo di partenza pari a 1,75 miliardi di rubli i cui lavori si sarebbero dovuti concludere entro il 20 dicembre di quest’anno.

Quest’ultimo contratto è stato vinto dalla “JSC 121 ARZ – Aircraft Repair Plant” sita nell’Oblast di Mosca.

Come ampiamente trattato da Analisi Difesa, il Su-25SM3 sarà dotato di un nuovo sistema di navigazione e attacco, inclusi nuovi sistemi di puntamento elettro-ottici, TV, laser e IIR e display multifunzione a colori.

Il nuovo “Frogfoot” sarà fornito inoltre di nuove contromisure elettroniche di autoprotezione e sarà in grado di utilizzare i missili Kh-58USh (AS-11 ‘Kilter’), Kh-25ML (AS-10 ‘Karen’) e Kh-29L (AS-14 ‘Kedge’), i missili a guida laser, i missili a guida TV come i Kh-29T/TD/TE, nonché le bombe KAB-500S (a guida satellitare) e le KAB-500KR (a guida TV).

Ogni aereo nella nuova versione sarà in grado di trasportare infine due missili aria-aria R-73 (AA-11 “Archer”) per autodifesa, oltre ovviamente aD una vasta gamma di bombe non guidate (tra cui le FAB-500, OFAB-500U e OFZAB-500) e razzi (S-13, S-24 e S-25).
Secondo il piano della VKS saranno almeno 40 i Su-25 aggiornati allo standard SM3 entro la fine del 2020.

Foto Aeronautica Russa e Sukhoi

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password