Foreign fighters europei: il record è della Francia

o14

Con circa mille cittadini che combattono o hanno combattuto per l’Isis in Siria e in Iraq, la Francia è in cima alla lista dei paesi UE che originano jihadisti. Lo ha annunciato ieri il direttore dell’unità di coordinamento anti-terrorismo della polizia francese, Loic Garnier (nella foto).

“Anche se il Belgio registra la densità maggiore di foreign fighters in percentuale alla popolazione -ha sottolineato in un’intervista- la Francia rimane il più grande contributore di miliziani dell’UE”.

La polizia d’oltralpe stima che circa 30 mila jihadisti stranieri combattevano in Medio Oriente con lo Stato Islamico nel 2015. Il loro numero sarebbe sceso attualmente a 12.000, tra cui 3.000 cittadini europei. Garnier ha ricordato che 232 foreign fighters francesi sono morti mentre altri 700 si trovano ancora nelle aree sotto controllo dello Stato Islamico ma non ha riferito quanti siano invece rientrati in Francia.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password