Migranti illegali in calo quest’anno del 30%

LA PRESSE migrants18

Sono  111.240 i migranti illegali sbarcati sulle coste italiane e accolti dall’inizio dell’anno al 27 ottobre, il 30% in meno rispetto allo scorso anno, quando al 27 ottobre erano giunte via mare ben 158.164 persone.

Lo ha reso noto il Ministero degli Interni  confermando così la riduzione delle partenze di gommoni e barconi dalle coste della Tripolitania.

I dati parziali di ottobre rilevano che sono 5.811 i migranti illegali sbarcati in Italia rispetto ai 26.121 dello stesso mese del 2016 (-78%). E la diminuzione è ancora più rilevante se si considerano gli arrivi dalla Libia (1.916), il 93% in meno dell’ottobre 2016.

Sono sempre i nigeriani in testa alle nazionalità dei migranti sbarcati (17.462), seguiti da guineani (9.361) e ivoriani (8.938).

Seppur con numeri minori crescono invece gli “sbarchi fantasma” di algerini e tunisino sulle coste di Sardegna e Sicilia: i particolare molti tunisini riescono a far perdere le proprie tracce sulle spiagge prima di essere intercettati e identificati dalle forze di polizia ed è quindi impossibile stabilirne il numero esatto se non basandosi sulla capienza teorica delle piccole imbarcazioni rinvenute sulle spiagge sicule.

La maggior parte degli sbarchi di ottobre proviene infatti dalla Tunisia (2.900), Paese con il quale il Viminale ha comunque rafforzato la collaborazione che prevede 80 rimpatri alla settimana (cifra raddoppiata da pochi giorni).

Le autorità tunisine, che riescono a intercettare solo alcune delle imbarcazioni dirette in Italia, hanno rilevato la presenza di organizzazioni che si occupano di trasferire in Italia anche esponenti dei gruppi jihadisti presenti in Tunisia confermando i ben noti legami tra trafficanti di uomini e terrorismo islamico di cui ci siamo occupati nei dettagli nell’editoriale del 21 ottobre.

Foto Lapresse

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password