Leonardo approva il Bilancio 2017

2018-01-30T161805Z_1446137631_RC11E842B9A0_RTRMADP_3_LEONARDO-STRATEGY-k3ZG-U110128298019373BB-1024x576@LaStampa.it

Adnkronos – Leonardo manda in archivio i conti di un anno difficile e, intanto, mette a segno il primo colpo grosso del 2018. Nel giorno in cui il cda del gruppo ha approvato i risultati dello scorso esercizio, in linea con le guidance riviste al ribasso che vedono ricavi e utili in calo, arriva, infatti, l”annuncio dal Qatar di un maxi contratto dal valore di 3 miliardi di euro per l”acquisto di 28 elicotteri NH90.

Un segnale forte che arriva proprio dal settore che più ha sofferto l’anno scorso e che costituisce nel nuovo business plan uno dei pilastri strategici per il rilancio del gruppo. Come previsto, l”esercizio ha chiuso in linea con le previsioni al ribasso. Il gruppo ha registrato ordini pari a 11.595 milioni di euro, che includono l”effetto eccezionale dell”acquisizione del contratto EFA Kuwait per un importo di 7,95 miliardi di euro. Il portafoglio ordini è a quota 33.578 milioni di euro (-3,5% rispetto a dicembre 2016) e assicura una copertura in termini di produzione equivalente di poco inferiore ai 3 anni.

I ricavi sono pari a 11.527 milioni di euro, in flessione del 4% rispetto al 2016. Il book to bill risulta pari a 1, in linea (escludendo l”effetto del contratto Efa Kuwait) con il 2016.

Cala la redditività. L”ebita è pari a 1.066 milioni di euro, in decremento del 14,9% rispetto al 2016 (con un ros in flessione di 1,2 p.p.) e l”ebit è pari a 833 milioni di euro. Il risultato netto ordinario è pari a 274 milioni di euro, in decremento rispetto al 2016, per effetto del calo dell”ebita e dei maggiori oneri finanziari. Il risultato netto è positivo per 274 milioni di euro e si confronta con i 507 milioni del 2016.

Dopo l”anno in cui il gruppo ha toccato il fondo, come più volte ha detto Profumo, Leonardo ora punta al consolidamento nel 2018. Confermando la guidance per l”esercizio in corso, il gruppo prevede ordini in crescita, grazie alla finalizzazione di importanti ordini export e alla crescita degli elicotteri, supportata dai primi effetti dell”azione commerciale avviata in via prioritaria dal nuovo management. Il range previsto è tra 12,5-13 miliardi. Sostanzialmente stabili rispetto al 2017 i ricavi previsti tra 11,5 e 12 miliardi. Risale l’ebita con una forchetta tra 1.075-1.125 milioni.

”Il 2017 si è chiuso con risultati in linea con le previsioni; il 2018 – ha assicurato Profumo – sarà un anno di consolidamento e stiamo entrando in una nuova fase di crescita solida e sostenibile nel lungo periodo, caratterizzata dal miglioramento della top-line, della redditività e da un flusso di cassa in crescita a partire dal 2020”.

Il documento di bilancio di Leonardo – PDF

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password