F-35: assegnato il progetto per i lavori alla base di Ghedi

2bdb9578-de87-4f68-ab50-23b73464f54508

Ripubblichiamo l’interessante articolo de Il Giornale di Brescia del 22 agosto 2018 sui lavori di adattamento della base di Ghedi in vista dell’impiego degli F-35.

 

A fine anno sarà pronto il progetto per la «nuova» aerobase di Ghedi. Il ministero della Difesa ha infatti aggiudicato il bando di gara per il potenziamento dell’aerobase, con la realizzazione di una nuova palazzina comando, un hangar per le manutenzioni e piccoli hangar per ospitare i nuovi F35, destinati a sostituire i vecchi Tornado.

AL-1-Arrival-Images

Il bando era stato pubblicato il 30 ottobre scorso. Bando da ben 2,5 milioni per la sola progettazione definitiva e il coordinamento della sicurezza. Nove le imprese che si sono fatte avanti. Ad aggiudicarsi l’appalto – per la cifra finale di 1,2 milioni, iva esclusa – è stato lo studio Proger spa di Pescara in partnership con lo studio di ingegneria Manens-Tifs di Padova.

L’aggiudicazione è avvenuta il 21 giugno, ma solo il 30 luglio il ministero ha ufficializzato l’esito. Ora i due studi hanno 120 giorni di tempo per terminare il loro lavoro.

Il bando prevede la riorganizzazione degli spazi interni, con la realizzazione di un hangar per la manutenzione dei velivoli, una palazzina comando di tre piani, a forma di «T», con sale operative e simulatori di volo, un magazzino da 1.100 mq, con annessi uffici e centrale tecnologica, e 15 «shelters», vale a dire i piccoli hangar da 440 mq destinati a ospitare i nuovi F35 (ciascuna struttura ne potrà ospitare due).

I lavori veri e propri valgono più di 60 milioni di euro e dovrebbero partire nel 2019. Sempre che nel frattempo il governo non cambi le decisioni sugli F35, rivedendo quindi anche i piani per Ghedi.

Foto Aeronautica Militare

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password