F-35: Pentagono e Lockheed Martin si accordano per il lotto LRIP 11

First Royal Australian Air Force F-35A Lightning II Arrives at Luke AFB, AZ, 18 December 2015

Il Dipartimento della Difesa USA e Lockheed Martin hanno finalizzato il contratto da 11,5 miliardi di dollari relativo alla produzione e alla consegna di 141 velivoli F-35, al prezzo unitario più basso raggiunto nella storia del programma.

Il costo di un F-35A è stato ridotto per l’undicesimo anno consecutivo. Il costo unitario, che include il velivolo, il motore e gli onorari, è pari a 89,2 milioni di dollari, il 5,4% in meno rispetto ai precedenti 94,3 milioni di dollari del Lotto LRIP 10 (Low-Rate Initial Production).

457457845

Per l’undicesimo lotto di produzione (LRIP 11) il costo unitario di un caccia a decollo corto e atterraggio verticale F-35B ha raggiunto $115,5 milioni, pari ad una riduzione del 5,7% rispetto ai precedenti $122,4 milioni della LRIP 10.

Infine, il costo unitario della variante imbarcata F-35C è sceso a $107,7 milioni, l’11,1% in meno rispetto ai precedenti $121,2 milioni della LRIP 10.

L’accordo per la LRIPv11 riguarda 91 velivoli per le Forze Armate USA, 28 per i Partner Internazionali del programma e 22 per gli Stati che stanno acquistando l’F-35 in Foreign Military Sales. Le consegne inizieranno nel 2019.

1. F-35B ASRAAM Live Fire

Per l’undicesimo lotto di produzione (LRIP 11) il costo unitario di un caccia a decollo corto e atterraggio verticale F-35B ha raggiunto $115,5 milioni, pari ad una riduzione del 5,7% rispetto ai precedenti $122,4 milioni della LRIP 10.

Infine, il costo unitario della variante imbarcata F-35C è sceso a $107,7 milioni, l’11,1% in meno rispetto ai precedenti $121,2 milioni della LRIP 10.

L’accordo per la LRIP 11 riguarda 91 velivoli per le Forze Armate USA, 28 per i Partner Internazionali del programma e 22 per gli Stati che stanno acquistando l’F-35 in Foreign Military Sales. Le consegne inizieranno nel 2019.

3. F-35C GBU-12 Drop

“La riduzione dei costi è fondamentale per il successo di questo programma”, ha affermato il vice ammiraglio Mat Winter, program executive officer per l’F-35. “Stiamo rispettando l’impegno di ottenere il prezzo migliore per i contribuenti e le forze armate.

L’accordo per il prossimo lotto di F-35 rappresenta un accordo equo per il governo Usa, i partner internazionali e l’industria. Rimaniamo focalizzati nel portare avanti con decisione le iniziative volte a ridurre il costo del caccia e a garantire la massima efficienza”.

Grazie alla tecnologia stealth, la velocità supersonica, i sensori avanzati, la capacità d’arma e la possibilità di essere schierato in ogni parte del mondo, l’F-35 è il caccia più avanzato mai costruito, sviluppato per consentire agli uomini e alle donne in uniforme di compiere le missioni in piena sicurezza.

1633871_-_main

Più che un semplice caccia, le capacità dell’F-35 di raccogliere, analizzare e condividere dati lo rendono un potente moltiplicatore di forze in grado di potenziare tutti gli asset, sia di aria che di terra coinvolti sul campo.

“L’accordo rappresenta un importante passo avanti nel programma. Continuiamo ad aumentare i ratei di produzione, ridurre i costi, e fornire capacità avanzate ai nostri uomini e donne in uniforme”, ha commentato Greg Ulmer, vice presidente di Lockheed Martin e general manager del programma F-35.

“Con l’aumento della produzione e l’implementazione di ulteriori iniziative volte alla riduzione dei costi, siamo in linea con l’obiettivo di portare il costo di un F-35A a 80 milioni di dollari entro il 2020, un costo pari o inferiore a quello di un velivolo di precedente generazione, fornendo allo stesso tempo un enorme vantaggio in termini di capacità operative.”

Fonte: comunicato Lockheed Martin

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password