I sauditi congelano il contratto per le fregate tedesche Meko 200 all’Egitto

Algerian_Meko_400x300_Algerian_MoD

Era stato firmato a metà settembre tra il Ministero della Difesa egiziano e i cantieri tedeschi ThyssenKrupp Marine Systems (TKMS), ma il contratto per 2 miliardi di euro per la costruzione di 4 fregate Meko A200 per la Marina egiziana sarebbe stato “congelato” dal maggiore finanziatore dell’operazione: l’Arabia Saudita.

Meko_A-200AN_Frigate_Algeria_Navy_TKMS_model_Euronaval_2014_1

Riad si sarebbe opposta alla vendita a causa di un ulteriore peggioramento delle relazioni diplomatiche tra la monarchia del Golfo e Berlino dopo la decisione assunta in ottobre da Berlino di bloccare le forniture militari a Riad dopo l’uccisione del giornalista Jamal Khashoggi al consolato saudita in Turchia.

La cancelliera tedesco Angela Merkel il 22 ottobre ha dichiarato: “Sono d’accordo con tutti coloro che sostengono che le esportazioni di armi, anche se già limitate, non possono verificarsi nelle circostanze attuali”. Alcuni giorni dopo ha detto che non verranno consegnate armi in Arabia Saudita fino a quando le circostanze dell’affare Khashoggi diventeranno chiare.

Inizialmente l’accordo era per 2 corvette fabbricate in Germania, ma il contratto è poi stato ampliato fino a includere 4 Meko A200, una dei quali da realizzare in Egitto e da configurare probabilmente in modo simile a quelle in servizio con la Marina Algerina (nelle foto).

Meko_A-200AN_Frigate_Algeria_Navy_TKMS_1

Il veto nei confronti delle navi tedesche dei sauditi (che finanziano la gran parte del massiccio riarmo attuato dall’Egitto negli ultimi anni) potrebbe avere l’obiettivo di indurre Berlino a tornare sui suoi passi e riprendere le forniture alle forze di Riad (impegnate nel conflitto yemenita e nel contrasto all’Iran) ma potrebbe anche determinare la riapertura della gara per le quattro unità navali egiziane.

L’Egitto aveva manifestato l’interesse ad acquisire ulteriori corvette francesi Gowind ma non venne trovato un accordo con Parigi sul costo delle unità. Nel 2014 l’Egitto aveva ordinato 4 corvette Gowind 2500 per circa 1 miliardo di euro (una costruita a Lorient e le altre tre in Egitto) La capoclasse El Fateh è stata consegnata all’Egitto nell’ottobre 2017 e il contratto prevedeva un’opzione per altre due unità.

La notizia del congelamento del contratto per le MEKO è giunta mentre in Egitto nord occidentale, nel governatorato di Marsa Matruh, sono in atto le grandi esercitazioni congiunte e interforze«Arab Shield”che vedono impegnate forze egiziane, saudite, di Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Bahrein e Giordania mentre Libano e Marocco sono presenti come osservatori.

Foto: Meko e Navy Recognition

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password