Le Filippine temono le sanzioni USA e rinunciano ai Mil Mi-171?

65537cb11f7c9b53e3673dc962d089ac

Come trattato nello scorso ottobre da Analisi Difesa, mentre alcuni paesi come l’India o l’Indonesia hanno scelto di procedere con gli acquisti di armamenti russi nonostante la minaccia di sanzioni statunitensi (ovvero le cosiddette Countering America’s Adversaries Through Sanctions Act o CAATSA), altri Stati hanno deciso invece di andare sul sicuro evitando di finire nella lista nera del Dipartimento del Tesoro.

Il Segretario alla Difesa delle Filippine, Delfin Lorenzana, ha annunciato infatti che il paese avrebbe optato l’acquisto di 16 elicotteri statunitensi Sikorsky UH-60 Black Hawk al posto dei Mil Mi-171, nonostante il costo più economico dei velivoli russi, citando tra le motivazioni principali proprio la minaccia di cadere sotto le suddette sanzioni statunitensi.

La Difesa filippina, con un budget limitato di 240 milioni di dollari, conta di poter ottenere 16 UH-60 e 8 elicotteri d’attacco turchi TAI T-129 ATAK,

Il controverso documento dell’American Adversaries Through Sanctions Act, firmato nell’agosto 2017, punisce con sanzioni economiche gli Stati che acquistano armamenti in Russia. Nonostante questo, molti paesi hanno deciso di attenersi agli accordi con Mosca, tra cui Turchia, Cina e India disposti a comprare l’S-400, che ha l’Indonesia che firmato un contratto del valore di 1,14 miliardi di dollari per 11 caccia Sukhoi Su-35.

Foto Russian Helicopters

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password