Si concretizza il programma dell’elicottero russo-cinese AHL

8_ALH_AVIC (002)

 Come anticipato sul nostro canale Telegram il direttore della Cooperazione internazionale della società Rostec Viktor Kladov ha dichiarato in occasione del salone Aero India 2019 che nei prossimi mesi Russia e Cina firmeranno un contratto per la costruzione congiunta di un elicottero pesante.

“Dopo quattro anni di intense discussioni tra i due paesi posso affermare che firmeremo nei prossimi due mesi il contratto del secolo con la Cina sullo sviluppo, la produzione e la vendita congiunta dell’elicottero da trasporto pesante di nuova generazione.”

Secondo il rappresentante di Rostec il nuovo elicottero della classe da 40 tonnellate avrà un carico utile di circa 15 tonnellate, comunque inferiore a quello dell’elicottero Mil Mi-26 (pari a 20 tonnellate).

A tal proposito Wu Ximing, un consulente politico cinese e capo progettista di elicotteri per l’Aviation Industry Corporation of China (AVIC) ha riferito al Global Times che: – “La Russia ha più esperienza nel settore dei sistemi di trasmissione quando si tratta di elicotteri della classe da 40 tonnellate, basti pensare al Mi-26 russo che è della classe da 56 tonnellate. Il nostro obiettivo nella cooperazione è imparare dai punti di forza della Russia e colmare il divario in questo settore.”

Il progetto congiunto sino-russo AHL o Advanced Heavy Lifter prevede che siano realizzati almeno 200 elicotteri pesanti in Cina, e vede quest’ultima come nazione responsabile della progettazione e della produzione dell’elicottero mentre Mosca agirà in qualità di partner tecnico.

I dati tecnici forniti dal team congiunto affermano che l’AHL avrà una capacità di sollevamento di 15 tonnellate, un’autonomia di 630 km ed una velocità massima di 300 Km/h; potrà operare in qualsiasi ora del giorno e della notte, in climi hot and high e in tutte le condizioni meteorologiche e si presterà ad una vasta gamma di missioni quali trasporto truppe, veicoli corazzati e artiglieria, ma sarà adatto anche per operare in zone raggiunte da calamità nei ruoli di evacuazione, antincendio, sollevamento carichi esterni, etc.

Foto Rostec

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password