In servizio il secondo Embraer-145 AEW&C dell Aeronautica Indiana

p1692866_main

L’Indian Air Force (IAF) ha formalmente immesso in servizio il suo secondo aereo Embraer-145 Airborne Early Warning & Control (AEW&C).

emb145aew_9601-300x165

Il velivolo, in linea di volo da mercoledì 11 settembre, sarà in forza alla base aerea di Bhisiana, nel Punjab.  Il primo Embraee-145 AEW&C (NETRA), reso disponibile nel 2017, era stato utilizzato il 26 febbraio scorso in appoggio agli attacchi aerei portati da dodici Mirage-2000 contro i campi terroristici di Balakot, Muzaffarabad e Chakoti, lungo il confine che divide l’India e il Pakistan nella regione del Kashmir.

Il sistema AWACS che equipaggia il bimotore di costruzione brasiliana è stato sviluppato in India dal Center for Airborne Systems (CABS), l’agenzia dell’Organizzazione indiana per la ricerca e lo sviluppo della difesa (DRDO) che valuta i sistemi elettronici idonei alle applicazioni aeronautiche in ambito militare.

Il progetto, denominato Airborne Surveillance Platform (Airawat), è sviluppato intorno alla piattaforma ERJ 145 utilizzata nelle missioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR) da Brasile, Messico e Grecia e prevede la fornitura di materiale e l’assemblaggio di tre NETRA per un valore complessivo di 350 milioni di dollari.

L’aeromobile è equipaggiato con un radar AESA (Active Electronically Scanned Array) e un radar di sorveglianza secondario (SSR / IFF) che forniscono le misure di supporto elettronico (ESM) e misure di supporto alla comunicazione (CSM) per l’identificazione amico-nemico e per la classificazione della minaccia.

40B9A7DE-B6E4-4035-84D5-CFBECEC8B818

Il Radar Warning Receiver (RWR) integrato nel sistema ESM e nel Missile Approach Warning System (MAWS) e Counter Measures Dispensing System (CMDS) costituisce una Self Protection Suite (SPS).

Il sistema di gestione e visualizzazione dei dati (DHDS) inserito nella stazione di lavoro dell’operatore (OWS) permette invece la visualizzazione delle immagini relative della situazione aerea.  La OWS è, inoltre, attrezzata di tutti gli apparati idonei ad interagire con il sistema.

Il Mission Control System (MSC), che incorpora invece tutti i dati dei sensori di bordo, consente il controllo dello spazio aereo di destinazione, presenta la Air Situation Picture (ASP) e valuta le eventuali minacce.

Il NETRA è inoltre dotato di una sonda per il rifornimento in volo che garantisce, con un air-to-air refuelling, fino a nove ore di autonomia, con un prolungamento della missione di circa quattro ore. (IT Log Defence)

Foto: Emtaer, DRDO e Aeronautica Indiana

 

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password