Continuano in India i test di volo del Light Utility Helicopter

E03D4EEC-D19F-4740-9834-3CCC88455850

Il mese scorso Hindustan Aeronautics Limited (HAL)  ha eseguito con successo le prove di volo ad alta quota ed in condizioni di clima caldo del Light Utility Helicopter (LUH); i test sono stati eseguiti dai piloti della HAL, della Indian Air Force (IAF) e dell’Indian Army (IA) nella regione di Leh, in Himalaya. LUH ha volato una serie di prove con temperature fino a 32° C ad un’altitudine di 3.300 m ed ha soddisfatto tutti i requisiti richiesti dall’industria aeronautica indiana. Il team ha poi testato le prestazioni dell’elicottero utilizzando come basi di appoggio l’eliporto di Daulat Beg Oldie (DBO) Advanced Landing Ground (ALG), a 5.000 m sul livello del mare, ed una piazzola d’atterraggio posta a 5.500 metri.

A queste altitudini e con una temperatura di 27° C il velivolo ha risposto perfettamente ai test ed ha dimostrato la capacità di offrire alta affidabilità anche dove altri elicotteri civili e militari riscontrano sensibili problemi; nessuna assistenza è stata richiesta anche durante il volo di ritorno a Bangalore, sede della HAL.

Ai test hanno assistito i funzionari della DRDO (Defense Research and Development Organisation) e i responsabili dell’agenzia nazionale per la certificazione degli aeromobili militari CEMILAC (Centre for Military Airworthiness & Certification) e dell’agenzia regionale per la certificazione degli aeromobili civili ORDAQA (Office of Regional Director of Aeronautical Quality Assurance).

L’elicottero LUH è un velivolo leggero mono motore spinto da un propulsore di costruzione francese assemblato in India da HAL, il Turbomeca Shakti 1U da 798 kW (1.070 shp), turbo albero derivato dall’Ardiden 1U che garantisce una velocità di salita di 6,66 m/s (1.426 ft/min) e una velocità massima di 250 km/h (155 mph, 135 kn). Testato per volare a quote vicine ai 6.500 m (21.300 ft), opera ad una velocità di crociera di 235 km/h (146 mph, 127 kn) e con un carico utile di 400 kg registra un’autonomia operativa di 350 km (217 mi, 189 nmi).

Oltre ad un equipaggio di due unità, pilota e secondo pilota, può trasportare fino a sei passeggeri ed è equipaggiato per missioni di Search and Rescue (S&R), VIP, trasporto truppe, servizio di emergenza medica, missioni di utilità e di pattugliamento. Il peso a vuoto è di 1.910 kg (4.211 lb), mentre quello a pieno carico autorizzato al decollo è di 3.120 kg (6.878 lb). Insieme al più potente Light Observation Helicopter (LOH), l’LUH è destinato a sostituire nei prossimi anni gli elicotteri Cheetah e Chetak, versione indiana degli elicotteri francesi SA 315B Lama ed SA 316B Alouette che HAL costruisce in India su licenza. Sono 187 gli LUH fino ad ora ordinati: 126 LUH destinati all’Army Aviation Corps dell’Indian Army e 61 ai reparti dell’Indian Air Force. (IT Log Defence)

 

Eugenio Roscini VitaliVedi tutti gli articoli

Colonnello dell'Aeronautica Militare in congedo, ha conseguito un master di specializzazione in analisi di sistema e procedure all'Istituto Superiore di Telecomunicazioni. In ambito internazionale ha prestato servizio presso il Comando Forze Terrestri Alleate del Sud Europa, la 5^ Forza Aerea Tattica Alleata e il Comando NATO di AFSOUTH. Tra il 1995 e il 2003 ha preso parte alle Operazioni NATO nei Balcani (IFOR/SFOR/KFOR). Gestisce il sito ITlogDefence.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password