I grandi condottieri della Seconda Guerra Mondiale

51mRcRpImVL

di Enrico Maccari

Con questa corposa opera, l’autore, Ufficiale dell’Esercito Italiano in servizio presso il 121^ Reggimento di Artiglieria Contra aerei “Ravenna, si pone all’attenzione degli appassionati di storia militare della Seconda Guerra Mondiale con una dettagliata presentazione dei principali attori, generali e ammiragli, che condussero le rispettive unità o addirittura le Forze Armate della nazione di appartenenza, in posizione di vertice, nei teatri Europeo e del Pacifico dal 1939 al 1945 e, in taluni casi, anche successivamente.

Il libro, suddiviso in 6 sezioni dedicate ai  “condottieri” di Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Unione Sovietica, Giappone e Italia, ci presenta Ufficiali dell’Esercito, della Marina e dell’ Aeronautica tra i quali spiccano nomi universalmente conosciuti come Montgomery, Cunningham, Eisenhower, MacArthur, Nimitz, De Gaulle, Rommel, Doenitz, Yamamoto, il Duca Amedeo di Savoia-Aosta, Messe e tanti altri, meno noti, ma nondimeno importanti per il ruolo svolto nella Seconda Guerra Mondiale.

Ogni sezione è corredata da interessanti tavole comparative dei gradi in uso nelle Forze Armate citate con i corrispondenti italiani. Vi sono inoltre numerose tavole descrittive di battaglie navali e terrestri nonché, a conclusione, un glossario che riporta il significato di acronimi e concetti militari, la filmografia sui Grandi Comandanti della Seconda Guerra Mondiale e, infine, una corposa bibliografia completata da  siti web dedicati alla specifica materia.

Punto di forza dell’autore è la presentazione di ogni soggetto con un’introduzione generale che tratta della formazione degli ufficiali, di base e specialistica, nelle rispettive nazioni – il primato della scuola con le origini più antiche spetta all’Accademia Militare di Modena istituita dal Regno di Sardegna con decreto del 1 gennaio 1678 – con un particolare accenno al funzionamento ed alla struttura degli Stati Maggiori il cui primo esempio viene fatto risalire a quello realizzato in Prussia all’inizio del XIX secolo  ed alla preparazione professionale degli Ufficiali che ne fecero parte.

Da tale impostazione, corredata da numerosi richiami dottrinari derivanti dall’esperienza che l’autore ha tratto nei suoi impieghi in ambito nazionale e Nato, si passa alla narrazione biografica che prende le mosse dalle origini famigliari e dalle scuole e accademie frequentate dai singoli per ripercorrerne la carriera nei differenti passaggi di grado o funzione e nei riconoscimenti al valore, per poi entrare nella realtà operativa dei vari teatri bellici frequentati.

La dettagliata ricostruzione dei comandi e delle battaglie condotte, spesso in prima linea, è frutto di un’appassionata ricerca di fonti e documenti con il risultato di condurre il lettore nella quotidiana gestione delle forze terrestri, aeree e navali, poste alle dipendenze di ogni protagonista.

Non manca poi la definizione di taluni principi operativi (“materialschlacht” o “lotta di materiali”, tratto dalla cultura strategica tedesca, la “glubokaja operatsiya” o “operazioni in profondità”, elaborata dal Generale sovietico Tukhachevsky, il “leapfrogging” o “salto della rana”, soluzione tattica ideata da MacArthur nel 1943) che contraddistinsero l’impiego di uomini, mezzi e materiali rappresentando gli approcci che le dottrine militari sviluppate dal secolo precedente in poi diedero alla realtà del secondo conflitto mondiale.

L’autore tratteggia anche i caratteri e le tecniche di comando dei singoli accompagnate dalla visione “beyond the hill” o, se vogliamo, dal cd.”Nelson’s touch” che connota il grande comandante. Nella sezione dedicata all’Italia, l’Autore ci descrive la figura del Duca Amedeo Savoia-Aosta, MOVM e del Maresciallo d’Italia, Giovanni Messe.

Due figure che, insieme ad altre non citate, si guadagnarono l’ammirazione degli avversari, superando l’inadeguatezza e l’impreparazione che, soprattutto, per quanto riguarda le forze terrestri, contraddistinsero, al di là degli eroismi e dei sacrifici dei singoli, la nostra partecipazione al conflitto.

Conclusivamente, pertanto, l’opera di Fabio Riggi – tra l’altro proposta in vendita da New Compton ad un prezzo assai contenuto – ben si colloca nelle biblioteche degli studiosi di storia militare e rappresenta un innegabile contributo di notizie e rievocazioni delle principali operazioni belliche della Seconda Guerra Mondiale e dei loro protagonisti.

 

Fabio Riggi

I grandi condottieri della Seconda Guerra Mondiale

Newton Compton Editori

2019

Euro 12

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password