L’ esercito italiano tra Ottocento e Novecento. Un secolo di missioni all’estero (1855-1956)

9788894292961_0_0_548_75

Le missioni all’estero sono state frequenti nell’Italia liberale di fine ‘800 e primo ‘900, sotto il fascismo e fino alla seconda guerra mondiale: il racconto che segue ne è la dimostrazione, ricostruendo in dettaglio tutte le spedizioni italiane, da quelle più note a quelle dimenticate; dall’invio delle truppe dell’Armata Sarda in Crimea da parte di Cavour (1865-1866) alle missioni del Regio Esercito in Caucaso (1862-1863), Creta (1897-1906), Cina (1900-1905), Macedonia (1904 e 1916), Rodi (maggio 1912), Albania (1914, 1927 e 1939), Russia (1915-1918), Siberia (1918-1921) e Murmania (1918-1919), Palestina (1917-1921), Francia (1918-1919), Anatolia (1919-1923), a Fiume (1918-1921) e Dalmazia (1918-1920), in Polonia (1919-1923), Transcaucasia (1919-1920), Corfù (1923), nella Saar (1934-1935) e a Shanghai (1937-1938) sino al corpo di sicurezza della Repubblica Italiana in Somalia (1950-1956), e le missioni diplomatiche militari italiane a Vienna (1918-1920), a Berlino e in Romania (1943).

 

Sergio Pelagalli (Trieste, 1936) ha seguito la carriera militare giungendo al grado di generale di brigata. Studioso di storia militare, ha collaborato con l’ufficio storico dell’esercito e i periodici Storia Contemporanea (all’epoca diretto da Renzo De Felice) e Storia Militare.

 

Autore: Sergio Pelagalli

Editore: ITALIA Storica

Collana: Contemporanea

Anno edizione: 2018

In commercio dal: 10 ottobre 2018

Pagine: 288 p., ill. , Brossura

EAN: 9788894292961

Euro 24

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password