Il MiG-29MU2 ucraino pronto per i test

3_mig-29mu2 (002)

L’Aeronautica Militare ucraina ha iniziato i test sul caccia modernizzato MiG-29MU2 le cui operazioni di upgrade sono state effettuate dalla società aeronautica nazionale Lviv State Aircraft Repair Plant (di Leopoli, o L’vov); un aggiornamento recentemente contestato dal bureau russo MiG.

Il MiG-29 ucraino è stato sottoposto ad aggiornamenti tecnici nel 2018 e ha effettuato il suo primo volo alla fine dello scorso anno ricevendo un set di armi ad alta precisione tra cui la bomba guidata KAB-500Kr, missili aria-terra Kh-29/T e il radar di bordo aggiornato N019U1 che secondo le dichiarazioni della società lo hanno trasformato in un aereo da combattimento multiruolo.

59651958_1008301019374598_4004435169564950528_o

La cabina è inoltre dotata di un display MFD da otto pollici, sistemi di navigazione integrata GPS, nuovi dispositivi VOR/ILS e DME e un registratore di bordo dotato di una telecamera per la ripresa esterna del volo. Il sistema di navigazione integrato e l’apparato “Kurs-93M” consentiranno inoltre l’atterraggio in maniera totalmente automatica. Presente anche una suite di autoprotezione “Omut” che assolve due compiti: attività di intelligence elettronica e jammer per il contrasto dei radar di difesa aerea e dei radar di ricerca missilistica.

Non ultimo, infine, è stato realizzato un adattamento per dotare i piloti di un casco di fabbricazione occidentale MSA Gallet LA 100 con una maschera di ossigeno francese UA21S.

Questo esemplare di MiG-29MU2 che sarà quasi certamente destinato alla base aerea di Vasilkov a 20 km da Kiev (sede della 40a Brigata tattica dell’Aeronautica Ucraina) diventerà un modello per sviluppare e approvare in un secondo tempo la configurazione standard per l’ammodernamento dei restanti MiG-29 ucraini.

L’azienda di Leopoli non nasconde l’ambizione di poter operare nel mercato dell’export considerando che sono quasi 800 i MiG-29 in servizio con numerose forze aeree.

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password