Inizia la produzione del bombardiere Tupolev Tu-160M2

Ту-160(16)

Le Forze Aerospaziali russe riceveranno 10 nuovi bombardieri strategici Tu-160M2 entro il 2027. Lo ha dichiarato il vice ministro della Difesa Alexei Krivoruchko: «La realizzazione [ex novo] del primo bombardiere strategico Tu-160M2 è iniziata recentemente, il suo primo volo è previsto per il 2021 e le consegne alle unità di volo dovrebbero cominciare nel 2023. Dieci di questi vettori saranno acquistati dalla Difesa russa entro il 2027.»

1b26

Si tratta in parte di una conferma delle dichiarazioni riportate da Analisi Difesa nel marzo dello scorso anno, se non per l’ultima previsione relativa alla consegna dei 10 bombardieri che era stata programmata per il 2030, segno questo di un’incredibile accelerazione del programma fortemente sostenuta dal presidente russo Vladimir Putin.

I tempi di consegna sono stati ulteriormente ridotti rispetto a quelli previsti appena tre anni fa quando si parlava di un volo inaugurale entro il 2026 e dell’inizio della produzione entro il 2028-2029.

2

Alle dichiarazioni di Krivoruchko, inoltre, hanno fatto seguito le conferme del Ministro della Difesa Sergei Shoigu dello scorso 7 aprile quando in occasione di una teleconferenza presso il suo dicastero avrebbe confermato l’inizio della realizzazione della più recente versione del Blackjack denominata Tu-160M2.

выкаткату-160

Il 2 febbraio 2020 dall’aeroporto della Kazan Aircraft Plant ha avuto luogo il primo volo del bombardiere bombardiereTu-160M(1) modernizzato, creato sulla base di una cellula già esistente di Tu-160. Questo velivolo dovrebbe costituire un passaggio di staffetta graduale dal Tu-160M al Tu-160M2 realizzato ex novo e non con cellule provenienti da scorte esistenti o da esemplari abbandonati nei depositi.

La M1 sembra quindi costituire una versione intermedia che potrebbe costituire anche da banco di prova operativa dei nuovi sistemi e apparati destinati al futuro M2.

Foto Tupolev

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978, si è laureato in Scienze della Comunicazione scritta e Ipertestuale. Collabora dal 1998 con alcune riviste del settore sull'esclusivo tema dell'aviazione militare sovietica e russa. Dal 2003 inizia la collaborazione con Analisi Difesa occupandosi del salone aeronautico MAKS di Mosca; successivamente prepara dossier su alcuni storici bureau di progettazione aeronautica russa (Tupolev, Beriev) e sulla storia dei missili aria-aria russi. Attualmente si occupa in particolare del settore esportazione degli aerei e degli elicotteri militari russi nel mondo.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password