Afghanistan verso la pace? Offensiva talebana a Helmand

moi-768x432

Centinaia di famiglie sfollate a seguito degli scontri in corso tra talebani e le forze governative nella provincia meridionale afghana di Helmand, da sempre principale roccaforte degli insorti. Il consigliere provinciale Abdul Majid Akhundzada ha fatto sapere che i civili sono fuggiti dalla periferia di Lashkargah, capitale della regione, verso il centro della città. Ha aggiunto che i talebani attualmente controllano il quarto distretto di polizia di Lashkargah, mentre gli scontri proseguono nel terzo distretto.

Secondo i media locali, i talebani hanno preso il controllo della stazione di polizia nel distretto 4 e di vari check-point sulla statale 601, la principale strada che collega Lashkar-gah con la provincia di Kandahar.

_83766001_83765903

Le violenze hanno anche danneggiato una centrale elettrica, lasciando senza corrente vari distretti sia dell’Helmand che di Kandahar. Al momento, i combattimenti continuano nelle vicine cittadine di Nawa, Nad Ali, Babaji, Bashiran, Bolan e Chah-e Anjir, appena fuori dal nucleo urbano di Lashkar-gah. Scontri armati sono stati anche segnalati nelle zone est della città, in particolare nel distretto di Nahr-e Saraj

Ci sono state perdite da ambo le parti, riporta l’agenzia Dpa, ma ancora non si conosce il numero esatto delle vittime anche se il Ministero dell’Interno di Kabil riferus e di dozzine di Talebani uccisi.

Gli agenti di polizia ai posti di blocco nella periferia della città hanno lasciato le loro posizioni, come parte di una “ritirata tattica” per evitare vittime civili, ha detto un funzionario alla Dpa. Tuttavia, le forze governative stanno combattendo i talebani su più fronti.

working_routine_of_afghan_national_police_640_02

Le forze aeree statunitensi hanno preso di mira diverse posizioni dei talebani a Helmand per difendere le forze di sicurezza afghane, ha scritto su Twitter il portavoce delle forze USA in Afghanistan, Sonny Leggett.

Il presidente afghano Ashraf Ghani ha affermato che “gli attacchi a Helmand costeranno cari ai nostri nemici”. Il portavoce del palazzo presidenziale, Seddiq Seddiqi, ha dichiarato che se i talebani continuano a combattere, distruggeranno la possibilità di pace. “Chiediamo ai talebani di smettere di attaccare – ha detto in una conferenza stampa – e di continuare i negoziati a Doha”.

(con fonte DPA e Adnkrons))

Foto Ministero dell’Interno e Ministero della Difesa Afghani

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password