Altri tre UAV Boeing Loyal Wingman per la RAAF

FG_3909895-JDW-10866

Il governo australiano ha reso noto il 2 marzo di voler realizzare con Boeing Australia altri tre velivoli senza pilota Loyal Wingman per far progredire il programma che prevede così 6 UAV per la Royal Australian Air Force per un valore di 115 milioni di dollari in tre anni.

Il Loyal Wingman, concepito per sviluppare velivoli senza pilota da impiegare come gregari dei cacciabombardieri,  è il primo aereo da combattimento militare progettato, ingegnerizzato e prodotto in Australia in più di 50 anni.

“I continui investimenti del governo australiano nell’innovativo programma Loyal Wingman creeranno posti di lavoro e opportunità per oltre 35 fornitori australiani e piccole imprese, tra cui BAE Systems Australia, RUAG Australia, AME Systems e Ferra Engineering”, ha affermato Brendan Nelson, presidente di Boeing Australia, Nuova Zelanda e Sud Pacifico.

Il contratto supporterà la maturazione della progettazione dell’aeromobile, l’evoluzione dei carichi utili attuali e futuri e creerà il sistema di supporto per l’aereo in esercizio consentendo di maturare i concetti operativi del sistema Airpower Teaming attraverso test e dimostrazioni digitali.

“Oltre a far progredire la progettazione del veicolo aereo e il sistema di supporto, svilupperemo ulteriormente il sistema di missione del velivolo, comprese le capacità decisionali avanzate di Intelligenza Artificiale e nuovi carichi utili”, ha affermato Shane Arnott, direttore del programma del Boeing Airpower Teaming System.

Boeing Australia e la Royal Australian Air Force (RAAF, che ha celebrato in questi giorni 100 anni dalla sua costituzione) hanno effettuato a fine febbraio con successo il primo volo di prova del Loyal Wingman sotto la supervisione di un pilota collaudatore Boeing che monitorava l’aereo da una stazione di controllo a terra presso il Woomera Range Complex.

Secondo quanto comunicato da Boeing i test hanno validato l’assistenza a terra, la navigazione, il controllo e l’interfaccia del pilota: l’UAV ha volato su una rotta predeterminata a diverse velocità e altitudini per verificare la funzionalità di volo e le prestazioni.

(con fonte Boeing)

Foto RAAF

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password