Contromisure antimissile israeliane per i Mil Mi-8 ucraini?

4_Mi8_ukraine (1) (002)

 

Il Ministero della Difesa ucraino sta valutando la possibilità di aumentare la sicurezza della Forza aerea e in questo contesto ha deciso che la propria flotta di elicotteri multiruolo Mil Mi-8 utilizzati per il trasporto di truppe e materiali nonché in missioni di ricerca e soccorso sarà oggetto di ammodernamento.

Tale operazione si avvarrebbe nelle intenzioni dell’adozione di un sistema di protezione DIRCM (Directed Infrared Countermeasure) di fattura israeliana: il mini-MUSIC realizzato dalla Elbit Systems.

4_Mi8_ukraine _ELBIT_Systems (002)

Il complesso mini-MUSIC (MUlti Spectral Infrared Countermeasure) è un sistema compatto della famiglia DIRCM progettato per piccoli aerei ed elicotteri. Il suo scopo è proteggere dai missili antiaerei dotati di testa di ricerca a infrarossi, dunque la protezione dai letali sistemi di fuoco MANPADS che hanno rappresentato in tempi recenti la maggior parte delle perdite dell’Aviazione ucraina nel conflitto contro le province filorusse.

Di piccole dimensioni, secondo la dichiarazione del costruttore, il mini-MUSIC è facile da installare e non influenza al contempo le caratteristiche di volo dell’attrezzatura. La massa della torretta con l’emettitore laser è di 19 kg e allo stesso tempo il sistema consente di integrare due o più torrette in un circuito comune per migliorare la protezione.

Secondo il portale Defence Express quest’anno potrebbe essere firmato il primo contratto per l’acquisto di mini-MUSIC per le esigenze dell’Aeronautica Militare ucraina; l’eventuale implementazione del sistema DIRCM si completerebbe così con il sistema di emissione cartucce pirotermiche (flares) realizzato dalla ucraina Artem, l’ADROS KUV-26-50, di cui sono già equipaggiati i Mi-8 ucraini.

 

Maurizio SparacinoVedi tutti gli articoli

Nato a Catania nel 1978 e laureato all'Università di Parma in Scienze della Comunicazione, ha collaborato dal 1998 con Rivista Aeronautica e occasionalmente con JP4 e Aerei nella Storia. Dal 2003 collabora con Analisi Difesa occupandosi di aeronautica e industria aerospaziale. Nel 2013 è ospite dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca per discutere la propria tesi di laurea dedicata a Roberto Bartini e per argomentare il libro di Giuseppe Ciampaglia che dalla stessa tesi trae numerosi spunti. Dall'aprile 2016 cura il canale Telegram "Aviazione russa - Analisi Difesa" integrando le notizie del sito con informazioni esclusive e contenuti extra provenienti dalla Russia e da altri paesi.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password