La Royal Navy torna a mostrar bandiera nel Golfo di Guinea

4

 

 

 

Dopo la Marina Militare Italiana, la US Navy, la Marine Nationale e altre forze navali europee anche la Royal Navy torna a mostrar bandiera nel Golfo di Guinea dove è in arrivo da Gibilterra il pattugliatore HMS Trent.

La nave pattuglia della classe River visiterà Nigeria, Ghana, Senegal, Gambia e Capo Verde, e prenderà parte alle esercitazioni multinazionali Exercise Grand African Nemo a guida francese.

La HMS Trent è la prima nave della Royal Navy ad operare nelle acque del Golfo di Guinea (dove da tempo opera con cadenza regolare anche una fregata Fremm della Marina Militare Italiana, attualmente la Marceglia intervenuta anche di recente in soccorso di un mercantile per sventare un atto di pirateria)  da tre anni, effettuerà pattugliamenti e sosterrà le marine partner aiutandole a sviluppare competenze e piani per il controllo degli spazi marittimi.

“Questo dispiegamento è un chiaro segnale dell’impegno del Regno Unito ad essere più costantemente presente nella regione attraverso la quale passano oltre 6 miliardi di sterline di commercio britannico ogni anno”, ha affermato una nota della Royal Navy.

La HMS Trent imbarca un contingente di Royal Marines del 42° Commando, che addestrerà le forze partner in tutta la regione in abilità come l’imbarco e la ricerca di navi sospette, nonché la gestione delle prove e le abilità mediche.

Oltre ad addestrare i militari delle nazioni partner, i Royal Marines aiuteranno a combattere attività illegali come la pirateria, il contrabbando di droga e il terrorismo.

La HMS Trent parteciperà alla conferenza G7++ degli Amici del Golfo di Guinea (FoGG) a Dakar, che il Regno Unito co-presiede con il Senegal. La Gran Bretagna ha istituito il gruppo nel 2013 come parte dell’allora G8 per coordinare gli sforzi per la sicurezza marittima regionale.

La HMS Trent è una delle cinque navi da pattugliamento offshore della Royal Navy appartenenti alla classe River Batch 2 costruiti da BAE Systems che attualmente operano in tutto il mondo in aree di importanza critica per il Regno Unito: dall’Indo-Pacifico all’Atlantico meridionale al Mediterraneo e ai Caraibi nell’ambito del programma Forward Presence della Royal Navy.

Le unità classe River Batch 2 hanno uno scafo lungo 90,5 metri, una velocità massima di 24 nodi (44 km/h) e possono trasportare un elicottero di classe EH-101 Merlin sul ponte di volo.

L’HMS Trent è armato con un cannone DS30B da 30 mm, un sistema di protezione della nave realizzato da MSI-Defence Systems composto da un cannone Mark 44 Bushmaster II da 30 mm su un supporto automatizzato e due mitragliatrici per uso generale da 7,62 mm e 2 mitragliatrici M134 Minigun a canne rotanti calibro 7,62.

 

 

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la password?

Lost Password